Droni per monitorare l’efficienza energetica degli impianti solari

Controllo_fotovoltaico_droni

I ricercatori del Solar Tech Lab del Politecnico di Milano hanno reso noti i risultati della sperimentazione, che vede i droni come nuovi angeli custodi degli impianti fotovoltaici.

Grazie all’ausilio di fotocamere, termocamere e sensori, i droni monitorano lo stato di salute dei moduli fotovoltaici, agevolandone la manutenzione, diventando protagonisti di un vero e proprio sistema di sorveglianza capace di individuare i difetti di fabbricazione e i danni occorsi ai moduli solari, in maniera efficiente e a costi nettamente inferiori rispetto ai sistemi di controllo tradizionali.

I piccoli velivoli radio-comandati sono in grado di segnalare i difetti maggiormente evidenti dei pannelli come disallineamenti, ossidazioni, corrosioni, incrinature e anche di scoprire difetti di fabbricazione che inficiano le prestazioni degli impianti come le microrotture o le “bave di lumaca”.

I droni riescono a sorvolare ogni genere di impianti solari, garantendo un sistema di monitoraggio affidabile, efficiente e sicuro, con la peculiarità di riuscire a combinare contemporaneamente sensori differenti, utilizzandoli diversamente a seconda delle necessità.

Il progetto del Politecnico di Milano è stato realizzato grazie al supporto dell’azienda torinese Nimbus,società attiva da anni nel settore dei velivoli senza pilota.

Un buon monitoraggio dei moduli risulta cruciale per una tempestiva ed efficace manutenzione dell’impianto, al fine di ottenere le migliori prestazioni possibili e programmare al meglio attività di manutenzione straordinaria o eventuali revamping dell’impianto”, afferma in una nota il Politecnico di Milano.

Fonte: Solar Tech Lab

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0