Un pannello solare trasforma l’anidride carbonica in acido formico

PSEG

Un team di ricercatori, guidato dal professor Andrew Bocarsly dell’Università di Princeton, ha pubblicato sulla rivista scientifica “Journal of CO2 Utilization” un interessante studio dal titolo “Photons to formate: Efficient electrochemical solar energy conversion via reduction of carbon dioxide”, riguardante la possibilità di riconvertire l’anidride carbonica presente in eccesso nell’atmosfera in acido formico.

L’esperimento parte dal presupposto che l’anidride carbonica possa essere imbrigliata attraverso uno strumento costruito ad hoc che sfrutta la luce solare per alimentare un sistema a tre celle che trasforma l’anidride carbonica in acido formico (che può essere impiegato anche come combustibile “green”).

Per realizzare l’esperimento è stato utilizzato un pannello solare fornito dalla PSE&G (Public Service Electric and Gas), che è stato collegato ad una cella elettrochimica composta da piastre di metallo che racchiudono al loro interno i canali in cui scorre il liquido necessario alla riconversione dell’energia elettrica in chimica.

Il sistema è riuscito a raggiungere il 2% di efficienza energetica e si è rivelato in grado di sostituire artificialmente il meccanismo della fotosintesi clorofilliana.

Il dispositivo a tre celle, alimentato da un modulo solare, ha suscitato l’interesse concreto di numerose aziende attratte dalla possibilità di produrre energia tramite l’acido formico e di conservarla all’interno di pile a combustibile.

Fonte: Princeton University

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0