Mano robotica italiana finalista dell’Innovation by Design di New York

Dennis Aabo Sorensen tests a prosthetic arm with sensory feedback in a laboratory in Rome in March 2013.

Exploit della mano robotica italiana messa a punto nella Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, che è stata nominata tra i progetti finalisti del concorso internazionale Innovation by Design.

Sono circa 1.600 i progetti in gara, i cui vincitori saranno annunciati il 15 ottobre a New York, al Metropolitan Pavilion, ed esposti già dal 14 ottobre in diversi quartieri della città.  Il concorso ha l’obiettivo di fungere da punto di raccordo per far cooperare il mondo dell’industria e del design nella ricerca delle idee più innovative nei settori dell’architettura, delle nuove tecnologie e della salute.

”Lifehand2”, la mano robotica capace di percepire le sensazioni progettata e realizzata dal gruppo di Silvestro Micera, ordinario all’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna e docente del politecnico Epfl di Losanna, ha riscosso un grande interesse nel mondo scientifico. La mano è stata impiantata con successo, nel marzo del 2013, sul danese Dennis Aabo Sørensen, presso il Policlinico Gemelli di Roma, sotto la supervisione clinica di Paolo Maria Rossini.

“Il feedback sensoriale è stato eccezionale”, ha commentato il paziente durante i test realizzati a seguito dell’intervento. Il paziente infatti è riuscito nuovamente a percepire le sensazioni nel corso delle manipolazioni degli oggetti.

Fonte: Lifehand2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0