Marte: Curiosity esplorerà il misterioso monte Sharp

Curiosity

Il rover della Nasa, Curiosity, dopo un lungo viaggio e numerosi inconvenienti, ha raggiunto le pendici del monte Sharp ed è ora pronto a scalare una parte dei 5.500 metri dell’altura di Marte.

La montagna, che si trova al centro del grande Cratere Gale, secondo i planetologi rappresenta una ‘scatola nera’ che potrebbe svelare tutti i segreti del Pianeta Rosso. “Siamo di fronte ad un viaggio che rimarrà nella storia”, ha commentato John Grotzinger, del California Institute of Technology (Caltech).

“La missione di Curiosity entra nella sua fase più importante, risalendo il monte Sharp, infatti, si inoltrerà in un tipo di ambiente mai visto prima, molto diverso dalle aree studiate finora”, ha precisato Gian Gabriele Ori, geologo planetario e direttore della Scuola Internazionale di Scienze Planetarie (Irsps) dell’Università di Pescara.

Il rover Curiosity, dopo aver analizzato la superficie marziana lungo il cammino che l’ha portato alle pendici del monte Sharp, si trova ora a Pahrumo Hills, dove sta compiendo un’analisi del terreno, prima di inerpicarsi lungo il versante meridionale del monte, che rappresenta, secondo gli esperti, una struttura molto interessante in quanto le sue origini appaiono misteriose e inspiegabili.

Il monte Sharp potrebbe essere difatti un deposito lacustre o il risultato di un’attività idrotermale dove potrebbero essere custodite le tracce di antiche forme di vita ormai estinte.

Fonte: Nasa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0