Nasa: terminato l’assemblaggio della capsula spaziale Orion

Nasa (2)

La capsula Orion, progettata per trasportare esseri umani, è pronta a fare il suo debutto nello spazio con un test previsto per il mese dicembre. La capsula, una volta completato l’assemblaggio, è stata accolta con entusiasmo da centinaia di lavoratori del Kennedy Space Center della Florida.

Il suo debutto nello spazio sarà realizzato attraverso un test senza equipaggio, con un lancio a 5.800 chilometri di distanza, che vedrà il compimento di due grandi giri intorno alla Terra da parte della capsula spaziale, prima del rientro in atmosfera a 32mila chilometri all’ora. Orion sarà poi paracadutata nell’Oceano Pacifico per essere successivamente recuperata. In questi giorni i team di tecnici e ingegneri della Nasa stanno lavorando alacremente al fine di simulare l’evento nelle vicinanze della costa della California. Il livello di attenzione della Nasa è altissimo, capsula a pressione, scudo termico, sistema di paracadute,  nulla dovrà essere lasciato al caso e tutto dovrà essere testato con grandissima attenzione. L’obiettivo della Nasa è quello di far viaggiare a bordo della capsula Orion, per esplorazioni spaziali, un equipaggio umano nel 2021.

“Questo è il nostro passo verso il futuro e verso l’esplorazione spaziale, al fine di stabilire una presenza costante dell’uomo nel sistema solare”, ha precisato il direttore del Kennedy Space Center, Robert Cabana, che ha anche spiegato come dopo il test di dicembre, la capsula sarà protagonista di un secondo volo nel 2018 ancora senza un equipaggio umano, che fungerà da prova finale prima della tanto agognata missione del 2021 con gli astronauti.

Fonte: Nasa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0