Pelle elettronica per la diagnosi precoce del cancro al seno

Pelle elettronica

La pelle elettronica è in grado di diagnosticare in tempi maggiormente precoci del consueto il cancro al seno, con una precisione degna del medico più esperto. Il tumore al seno è una delle malattie maggiormente diffuse e può essere individuato dalle attuali strumentazioni mediche, ma troppo spesso viene diagnosticato quando già si trova in stadi avanzati, con effetti deleteri per la salute delle persone colpite.

La pelle elettronica, invece, agisce individuando piccoli grumi che si formano nel tessuto del seno e potrebbe portare, come affermato coloro che hanno sviluppato tale tecnologia, Nguyen Van Chieu e Ravi F. Saraf della University of Nebraska-Lincoln (USA), a migliorare i tassi di sopravvivenza delle persone colpite con percentuali superiori al 94%.

Utilizzando un modello in silicone di un seno al cui interno sono stati inseriti degli oggetti che rappresentano i grumi, gli scienziati sono riusciti a identificare con successo noduli al seno di cinque millimetri, che potrebbero sfuggire anche al medico più esperto.

Questo dispositivo è costituito da nanoparticelle e polimeri, che agiscono raggiungendo un livello di sensibilità ottimale, fornendo immagini di alta qualità, senza causare alcun disagio nel paziente in termini di pressione sul seno. Conoscere la dimensione e la forma di un grumo in anticipo potrebbe consentire di identificare precocemente il cancro al seno, salvando delle vite umane.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista ACS Applied Materials & Interfaces e potrebbe rappresentare una svolta per la diagnosi precoce del tumore al seno, che conta 14 milioni di nuovi casi all’anno.

Fonte: American Chemical Society

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0