Solar cloth: il telo solare per parcheggi e tetti

solar cloth

Una start up di Cambridge ha progettato un innovativo telo solare ultraleggero e flessibile, che genera energia solare anche dove  per diverse ragioni sarebbe difficile installare i moduli fotovoltaici tradizionali, come ad esempio sui tetti e sulle pensiline dei parcheggi.

La tecnologia Solar Cloth, come annunciato dal suo ideatore Perry Carroll, fondatore dell’azienda Solar Cloth Company, sarà sperimentata in Gran Bretagna su 27 mila parcheggi per auto.
Successivamente potrà essere testata anche ad esempio sulle coperture degli stadi di calcio, dei supermercati, dei centri commerciali, con prospettive di introiti pari a 4,2 milioni di sterline nel 2015.

A sostenere l’iniziativa i principali rivenditori britannici e decine di enti locali interessati allo sviluppo del telo solare, che potrebbe portare indubbi benefici in termini di risparmio energetico e salvaguardia dell’ambiente. Però, al fine di soddisfare la domanda di mercato che a quanto pare è già positiva, l’azienda è alla ricerca di ulteriori 750 mila sterline di investimenti in crowdfunding.

Il progetto viene incentivato anche dal Governo inglese che spinge cittadini e privati a investire maggiormente su tali soluzioni che sono da privilegiare rispetto al fotovoltaico installato nelle zone rurali, che va ad occupare gli spazi tradizionalmente riservati alle coltivazioni agricole. Inoltre se i Solar Cloth fossero installati sugli 830 milioni di metri quadrati di tetti degli edifici commerciali britannici e sui 350 milioni di metri quadrati di parcheggi, sarebbe possibile produrre un’energia sufficiente a soddisfare abbondantemente il fabbisogno energetico dell’intera rete elettrica del Regno Unito.

Fonte: Cambridge University

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0