.

100100 Challenge hackathon: la sfida parte dall’Internet of Things


Logo-420x300 100100 Challenge hackathon: la sfida parte dall’Internet of Things

Il 23 e 24 gennaio 2015, nelle sale espositive di uno dei più antichi (e più bei) musei del Veneto, il Museo Civico di Bassano del Grappa, si terrà tra opere d’arte di inestimabile valore, un hackathon di 24 ore durante il quale programmatori, artigiani, studenti e makers, organizzati in squadre, si sfideranno nella realizzazione di soluzioni legate all’Internet of Things, una delle tecnologie più dirompenti dei prossimi anni.
L’evento, a cui è stato dato il nome 100100Challenge, è organizzato da 100100, il neocostituito gruppo di imprese dell’ICT di Confartigianato Vicenza.

L’hackaton

L’Internet of Things (IoT) rappresenta una grande opportunità di innovazione per le imprese; viene definito come un nuovo paradigma tecnologico in cui il mondo virtuale delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione è strettamente integrato con il mondo reale delle cose e si basa sull’idea di “smart objects”, ovvero oggetti dotati d’identità, che possono essere localizzati, che hanno capacità d’interazione con l’ambiente circostante e di elaborazione di dati.
Questi oggetti sono tra loro interconnessi in modo che possano raccogliere, scambiare ed elaborare informazioni. L’evento sarà animato da grandi partner internazionali e verrà anticipato da corsi e workshop di introduzione al tema.

Una notte al Museo

100100 Challenge hackathon sarà ospitato nella bellissima location del Museo Civico di Bassano del Grappa: per 24 ore opere d’arte di inestimabile valore incontreranno la tecnologia creando una sinergia e un’atmosfera unica nella quale si immergeranno programmatori, studenti, artigiani e makers. All’evento saranno benvenuti anche i gruppi eterogenei con competenze interdisciplinari che possono andare dallo sviluppo software, alla stampa 3D, passando per le lavorazioni manuali.
A ciascun team verrà fornito un kit di sviluppo utile a realizzare il proprio progetto; sarà in ogni caso consentito l’utilizzo di sensori aggiuntivi. Una volta definite le caratteristiche del contest, i team dovranno cercare di rispondere ad almeno una delle sfide proposte, che verranno poi valutate da un panel multidisciplinare di esperti. Il prototipo, progetto o idea nato durante la competizione dovrà essere originale o comunque derivato da materiale open source. I criteri di valutazione dei lavori si baseranno sul livello di innovazione, sull’usabilità, sulla qualità tecnica e di presentazione. Al termine, la giuria nominerà la squadra vincitrice a cui verranno assegnati i premi messi in palio dagli sponsor (FuturaGroup offrirà una stampante 3Drag in kit). I migliori team, se lo vorranno, potranno accedere alla seconda fase del progetto CentoCento: a ciascun progetto verrà affidato un mentor/coach, scelto tra i partner, che seguirà la squadre selezionata nella realizzazione, dove possibile, di una versione beta della soluzione proposta e in una eventuale ingegnerizzazione.A completamento dell’evento verranno programmati seminari, talk o pitch in cui verranno raccontati casi di successo a livello nazionale e internazionale, di artigiani e digitali/makers che attraverso le nuove tecnologie hanno saputo innovare processi e/o prodotti.

Progetto 100100

Il gruppo d’imprese 100100 di Confartigianato Vicenza – che organizza l’evento – si pone precisi obiettivi strategici e di impatto a medio termine:

  • Favorire nel territorio la nascita di nuove professioni legate all’economia della conoscenza, promuovendo il dialogo tra saperi tradizionali, cultura del making e artigianato digitale.
  • Stimolare la modernizzazione della piccola impresa attraverso attività di ricerca e sviluppo in ambito ICT e design di prodotto compatibili con il mondo dell’artigianato.
  • Creare spazi fisici sul modello dei FabLab in cui sperimentare nuove tecnologie e scambiare buone pratiche. Migliorare i processi e creare nuovi prodotti attraverso soluzioni ICT (smart working, co-working).
  • Promuovere la formazione permanente in ambito ICT attraverso iniziative mirate ad approfondire temi quali l’Internet of Things, l’artigianato digitale, la prototipazione 3D, open hardware e lo studio di nuovi materiali.
  • Sviluppare soluzioni tecnologicamente innovative che rispondano ad alcune delle grandi sfide della società civile (es. smart city, smart living) e del mondo economico (es. smart working, efficienza energetica).

http://centocento.org/hackathon

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.