Freescale presenta la nuova famiglia di microcontrollori Kinetis V series

Freescale_KINETIS_V_SERIES

La famiglia di microcontrollori Kinetis V series è alla base di una nuova generazione di applicazioni di controllo motore sicure, connesse ed a elevata efficienza.

La nuova famiglia di microcontrollori Kinetis KV5x di Freescale Semiconductor è in grado di sfruttare l’intero potenziale prestazionale del core ARM Cortex-M7 per favorire notevoli progressi a livello di progettazione nel mercato dei sistemi di controllo motore digitale che sta attraversando una fase di rapida espansione.

I motori elettrici restano la fonte principale di consumo di elettricità su scala mondiale. Se, da un lato, i motori in uso sono basati perlopiù su tecnologie superate e inefficienti, dall’altro la migrazione verso sistemi di controllo di tipo digitale dotati di funzionalità di networking sicure rappresenta una grande opportunità sia in termini di risparmio energetico sia in termini di funzionalità innovative per i prodotti finali.

Il microcontrollore Kinetis KV5x si inserisce in questa tendenza abbinando livelli elevati di potenza elaborativa e periferiche analogiche e di timing avanzate a nuove funzionalità in termini di connettività e sicurezza. Il prodotto aumenta l’efficienza del motore e garantisce gestione dei sistemi da remoto e interoperabilità tra i nodi periferici attraverso Internet degli oggetti (IoT), per una vasta gamma di applicazioni, dagli elettrodomestici a motori industriali complessi.

Il microcontrollore Kinetis KV5x comprende un controller Ethernet IEEE 1588, una unità di accelerazione crittografica con generatore di numeri casuali e una unità di protezione della memoria. Poiché i motori vengono spesso impiegati in ambienti dove la sicurezza è un elemento critico come nel caso dei controlli dei processi produttivi, le suddette funzionalità consentono agli sviluppatori di implementare nuovi servizi tramite la infrastruttura IoT offrendo contemporaneamente protezione contro input errati che potrebbero provocare condizioni di funzionamento indesiderate.

Abbinando la grande potenza elaborativa del core ARM Cortex-M7, IP avanzata  e alle solide caratteristiche di connettività e sicurezza, il microcontrollore Kinetis KV5x sta traghettando i segmenti del controllo motore e della conversione di potenza nel panorama IoT in piena effervescenza”, ha dichiarato Geoff Lees, senior vice president e general manager del gruppo microcontrollori di Freescale, aggiungendo: “I clienti che utilizzano Kinetis KV5x entreranno in una nuova epoca di applicazioni industriali connesse caratterizzate da livelli inediti di prestazioni, affidabilità ed efficienza energetica”.

Il microcontrollore KV5x presenta un core ARM Cortex-M7 240 MHz con un’unità in virgola mobile a singola precisione che esegue il codice programma da una memoria flash on chip che può raggiungere 1 MB tramite un’interfaccia a  256 bit che riduce al minimo gli stati di attesa della CPU. 128 KB di memoria DTCM  (data tightly coupled memory) e 64 KB di memoria ITCM (instruction tightly coupled memory) portano ai massimi livelli prestazionali l’elaborazione deterministica, garantendo una risposta ottimale alle rilevazioni in tempo reale della posizione e della velocità del motore. Grazie alla presenza di quattro convertitori analogico-digitali (ADC) a 12 bit ad alta velocità, ciascuno dei quali ha una capacità di 5 Msps, la famiglia di microcontrollori Kinetis KV5x è in grado di supportare un doppio controllo motore asincrono trifase con due ADC e PWM a 8 canali dedicati per motore. Doppi eFlexPWM a 12 canali supportano anche una risoluzione a 312 picosecondi per gestire fino a 8 stadi di potenza con convertitore a semiponte nelle applicazioni di conversione di potenza.

“La nuova serie Kinetis di Freescale sta acquisendo un ruolo predominante  è in quelle nuove aree dove l’efficienza energetica e la connettività possono favorire l’innovazione nella fattispecie far superare al controllo motore i suoi confini tradizionali”, ha dichiarato Noel Hurley, general manager del gruppo CPU di ARM, concludendo: “Il più recente Cortex-M7 ad alta efficienza energetica si adatta perfettamente a questo mercato grazie all’avanzata capacità DSP e al supporto di applicazioni dove la sicurezza è un elemento critico”.

www.freescale.com

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0