MAXREFDES42, progetto di riferimento per sensore di temperatura IO-Link da Maxim Integrated

MaximRTD

Il nuovo progetto di riferimento di Maxim Integrated, un sensore di temperatura intelligente IO-Link, consente di ridurre i costi ed aumentare la disponibilità nei controlli industriali e nell’automazione: i progettisti hanno dunque ora la possibilità di ridurre i consumi energetici, i costi e gli ingombri, grazie a questo  prodotto di Maxim Integrated Products.

Il nuovo sensore a termoresistenza (resistance temperature detector, RTD) IO-Link MAXREFDES42 si aggiunge all’ampia gamma di progetti di riferimento IO-Link messi a punto da Maxim per i controlli industriali e l’automazione. Oltre a misurare la temperatura, il front-end analogico (AFE) ad alta integrazione di questo progetto è in grado di rilevare sovratensioni, cortocircuiti e circuiti aperti. Si tratta di un insieme di funzionalità non disponibile nelle soluzioni discrete concorrenti. Il progetto di riferimento consuma pochissima potenza ed offre una precisione migliore di ± 0,5°K. La temperatura misurata appare immediatamente su un display LED, che fornisce una rapida e comoda indicazione di massima del valore rilevato. Per rendere l’impiego ancora più comodo, MAXREFDES42 utilizza una scheda di formato standard industriale. Per massimizzare la versatilità, il progetto supporta tutte e tre le velocità del protocollo IO-Link, una possibilità che non è offerta da alcuno dei dispositivi concorrenti. Il MAXREFDES42 può essere utilizzato con RTD PT100 a due, tre o quattro fili, in un’ampia gamma di temperature. Tra le sue applicazioni è compresa la misura della temperatura di aria, gas e liquidi.

MAXREFDES42_diagram

Il software di configurazione di questo rilevatore di temperatura intelligente IO-Link è stato sviluppato in collaborazione con IQ² Development. Il MAXREFDES42 usa il device stack IO-Link realizzato da questa azienda per comunicare con qualunque master conforme alla versione 1.1 di IO-Link. Questa modalità di controllo software riduce i costi operativi perché consente di svolgere rapidamente da PC – anziché nel sito di installazione – le funzioni di setup, diagnostica e monitoraggio di eventi. Anche la manutenzione può essere effettuata tramite PC, anziché nel sito di installazione.

Principali vantaggi

  • Basso consumo: il funzionamento del sistema nella gamma di temperatura compresa tra -40 °C e +150 °C richiede una potenza inferiore a 300 mW, utilizzando un convertitore DC-DC step-down industriale.
  • Alto livello di integrazione: il front-end integra il convertitore RTD-digitale MAX31865 che assicura flessibilità, robustezza e prestazioni ottimali per la piattaforma IO-Link.
  • Riduzione dei costi: il controllo da PC con il software IQ² riduce i costi di configurazione e manutenzione ed aumenta la disponibilità.

Questo sensore di temperatura intelligente si aggiunge alla nostra gamma di progetti di riferimento IO-Link per offrire ai clienti soluzioni specifiche e ad alta integrazione”, ha affermato David Andeen, direttore dei progetti di riferimento di Maxim Integrated. “Unendo due dei nostri prodotti ad alta integrazione, il convertitore RTD-digitale e il transceiver IO-Link, abbiamo creato un progetto che offre molti vantaggi, con molte applicazioni ben definite in campo industriale”.
Maxim e IQ² sono due aziende all’avanguardia nelle applicazioni di IO-Link”, ha affermato Frank Hörz, project manager di IQ². “Questa collaborazione ha generato un altro brillante progetto che può consentire ai nostri clienti di abbreviare il time to market e ridurre i costi operativi”.

Ulteriori informazioni su questo e altri progetti di riferimento sono disponibili alla pagina Reference Design Center di Maxim.

www.maximintegrated.com

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0