MCP2561/2FD, nuova famiglia di transceiver CAN a basso costo, bassa potenza ed elevato data-rate

MCP2561_2FD

Microchip annuncia la nuova famiglia di transceiver CAN FD (Controller Area Network Flexible Data-Rate), MCP2561/2FD. Posizionati tra un controller di protocollo CAN ed il bus fisico bifilare CAN, questi transceiver possono utilizzare sia il protocollo CAN che quello CAN FD. Questa famiglia di prodotti non solo aiuta i produttori automotive e industriali a soddisfare le attuali esigenze di comunicazione CAN, ma fornisce anche un valido aiuto per la migrazione verso il più recente network CAN FD di cui è sempre più sentita l’esigenza.

La crescita di reti di comunicazione a bordo veicolo continua ad essere guidata dalla necessità di controllare e monitorare la sempre più complessa elettronica presente sulle vetture, con la conseguenza che, più Electronic Control Unit (ECU) vengono impiegate e connesse el bus CAN preesistente, più si limita la larghezza di banda a disposizione degli  OEM automotive. Oltre a ciò, il tempo di programmazione end-of-line per  ECU è in aumento a causa della crescente complessità delle applicazioni e della calibrazione, con i costi per linea di produzione che lievitano. L’emergente protocollo CAN FD risolve queste problematiche aumentando il data-rate massimo e al tempo stesso espandendo il campo dati da 8 byte di dati fino a 64 byte di dati.

Caratteristiche salienti:

  • Economici e competitivi, i transceiver MCP2561/2FD resistono a condizioni d’uso severe e al contempo presentano un elevato data-rate pur rientrando in una fascia di prezzo economica
  • Supportano comunicazione CAN preesistente e offrono un percorso di upgrade verso CAN FD
  • CAN FD consente un aumento della larghezza di banda per una riduzione dei costi di produzione
  • Elevata flessibilità con opzioni di split-termination o internal level-shifting

Con la loro robustezza e le caratteristiche leader di mercato, che comprendono un data-rate fino a 8 Mb/s, i trasceiver Microchip MCP2561/2FD consentono ai clienti di implementare e rendersi immediatamente conto dei benefici di CAN FD. Questi nuovi transceiver hanno un consumo di corrente in stand-by tra i più bassi del mercato  (<5 µA tipico), il che aiuta a centrare i requisiti ECU di basso consumo. In aggiunta, questi dispositivi possono funzionare in un range di temperature ampio, compreso tra -40 e +150 °C , consentendone l’utilizzo in condizioni operative difficili.

La nuova famiglia di transceiver MCP2561/2FD CAN FD è disponibile nei package  8-pin PDIP, SOIC e 3×3 mm DFN (leadless), offrendo ulteriore flessibilità di progettazione nel caso di applicazioni con spazio limitato. La famiglia fornisce anche due opzioni di scelta: l’MCP2561FD viene offerto in un package 8-pin con terminale di SPLIT che aiuta a stabilizzare la modalità comune negli schemi biased split-termination. L’MCP2562FD è disponibile in un package 8-pin e dispone di un terminale che può essere vincolato ad un’alimentazione secondaria per un level-shifting interno degli I/O digitali in modo da facilitare l’interfacciamento dei microcontroller. Questa funzionalità elimina la necessità di un level translator esterno (riducendo costi e complessità di sistema) quando un sistema sta utilizzando un microcontroller ad un  Vdd inferiore a 5V (per esempio, 1,8V o 3,3V).

Entrambi i transceiver MCP2561FD e MCP2562FD sono disponibili da subito sia in campionature che in quantità per volumi di produzione.

www.microchip.com

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0