Cogenerazione: GE studia il tetto ibrido

tetto

GE ha installato, su una struttura commerciale in Germania, il tetto ibrido, un innovativo impianto tecnologico, che combina 600 kW di fotovoltaico a film sottile con un impianto di cogenerazione da 400 kW e una batteria da 200 kWh.

Da tale fusione deriva una centrale ibrida che interagisce in maniera flessibile ed efficace con la rete.
Il sistema di gestione dell’energia decide quindi quando riversare l’energia accumulata per soddisfare la domanda in ogni parte della rete ibrida interna.

Quando la batteria è finalmente carica e la rete interna non necessità di energia, l’elettricità viene immessa direttamente nella rete pubblica.

A coadiuvare GE, le aziende Belectric e Jenbacher. L’impianto consente un risparmio di energia che si aggira attorno al 30 per cento, rispetto ai sistemi che generano calore ed elettricità separatamente con il riscaldamento convenzionale e l’approvvigionamento di energia elettrica esterna per intendersi.

“Le energie convenzionali dovranno sempre più sincronizzarsi tra loro in un’ottica di centrale elettrica ibrida”, ha spiegato Stephan Reimelt, Presidente e CEO di GE Europa.

Fonte: GE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0