Lo studio del volo degli uccelli per costruire droni indistruttibili

ses

Come riportato in uno studio statunitense, gli uccelli utilizzano durante il volo solamente due posizioni per evitare gli ostacoli e tale scoperta potrebbe essere molto importante per sviluppare droni e veicoli senza pilota maggiormente efficienti.

A realizzare lo studio un’equipe di ricercatori dell‘Università di Washington: “L’aspettativa era che gli uccelli avrebbero adottato come consuetudine una miriade di posture per superare ostacoli di varie dimensioni”, spiega David Williams, uno dei ricercatori. Secondo la ricerca, invece, gli uccelli si muovono intorno ad edifici, automobili, case o alberi, individuando una via d’uscita e usando due posizioni ben definite. Nella prima postura, chiamata wings paused, le ali sono dispiegate all’infuori. Nella seconda, gli uccelli le chiudono, come se fossero appollaiati su un ramo”.

Per monitorare efficacemente le due posizioni degli uccelli è stato costruito un corridoio di volo di 20m, con alcuni pali verticali. Cinque uccelli sono stati dotati di led e seguiti da ben cinque telecamere in quota.

In sostanza, la posizione di pausa interrompe i colpi d’ala per non perdere quota e le ali sono poi pronte subito a riprendere quota, riducendo la massa in rotazione che potrebbe essere danneggiata nel caso di scontri con oggetti indesiderati.

“Vogliamo essere in grado di muoverci senza esaurire le forze e se colpiamo qualcosa, non vogliamo che sia un episodio irreversibile, cadendo o rompendo qualcosa”, conclude Williams.

Fonte: Harvard

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0