Parte la riscossa di Banzi: dopo Arduino Uno, da oggi Arduino Zero in vendita negli USA


ZeroTop Parte la riscossa di Banzi: dopo Arduino Uno, da oggi Arduino Zero in vendita negli USA

Sembra proprio che agli annunci fatti durante la Maker Faire di San Mateo stiano seguendo i fatti, almeno negli USA: dopo le prime board Arduino Uno prodotte da Adafruit, ecco che da oggi 15 giugno sul mercato statunitense è possibile acquistare la board Arduino Zero.

Disponibile per l’acquisto al prezzo di 49,99 dollari, ecco qui le  principali caratteristiche di questa board che è destinata a diventare questa estate un best seller, almeno nel mercato americano. Con forma e dimensioni simili a quelle di Leonardo, questa board utilizza un microcontrollore Atmel SMART SAM D21 con core ARM Cortex-M0+ che garantisce prestazioni in termini di velocità di esecuzione nemmeno lontanamente paragonabili a quelle delle varie versioni con micro a 8 bit.

La maggiori performance consentono anche una più facile connessione ai dispositivi remoti, in primo luogo al cloud dando l’opportunità ai makers di dare libero sfogo alla propria creatività. Utilizzando un micro ad 8 bit il flusso dei dati viene letteralmente strozzato, cosa che non accade nei dispositivi a 32 bit.

La nuova board Arduino Zero dispone di una memoria flash di 256KB, 32 KB di RAM e una velocità di clock di 48 MHz garantita dal micro a 32 bit con contenitore TQFP; tanto per fare un paragone, la board a 8 bit Leonardo monta un ATMEGA32U4 che garantisce una velocità di clock di 16 MHz e impiega soli 32 KB di Flash e 2,5KB di SRAM.

ZeroBotton-393x300 Parte la riscossa di Banzi: dopo Arduino Uno, da oggi Arduino Zero in vendita negli USA

Ma forse la caratteristica più importante è il debugger Atmel Embedded Debugger (EDBG) che offre una completa interfaccia di debug senza la necessità di alcun hardware supplementare. L’EDBG supporta una porta COM virtuale che può essere utilizzata  per la programmazione del dispositivo e le tradizionale funzionalità legate al bootloader:  l’EDBG, che è del tutto compatibile con l’Atmel Studio,  consente di effettuare il debug a livello di codice sorgente degli scketch caricati.

Arduino Zero dispone di sei pin analogici e 14 digitali che possono essere utilizzati anche in modalità PWM (ad eccezione dei pin di Rx/Tx). I pin analogici dispongono di ADC a 12 bit anziché a 10 bit come nel caso della board Leonardo.

Anche sa la nuova board non dispone di una EEPROM, è possibile supportare in emulazione un dispositivo da 16KB. In altre parole, gli sketch che utilizzano questa funzione, pur non essendoci una EEPROM fisica, possono “girare” tranquillamente anche su questa board.

Unitamente alla board, il team di Arduino.cc ha annunciato anche che sta per rendere disponibile la versione 1.6.5 dell’IDE, versione che supporta la Zero e introduce una serie di migliorie rispetto al passato. La nuova versione dell’IDE mantiene il monitor seriale aperto durante il caricamento, mostrando la lista degli ultimi 5 scketch nel menu “Open Recent”.

Se abitate negli USA ecco il link per ordinare la nuova Zero.

www.arduino.cc

Arsenio Spadoni

Journalist, ElettronicaIn Publisher & Founder, Futura Elettronica Founder,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.