Wize Mirror: uno specchio per mantenersi sani


WizeMirror-420x300 Wize Mirror: uno specchio per mantenersi sani

La Commissione Europea ha finanziato un progetto di ricerca ICT-for-Health che sta sviluppando un sistema di automonitoraggio, che ha l’aspetto di uno specchio, chiamato “Wize Mirror”, in grado di aiutare l’individuo a migliorare il proprio stile di vita al fine di ridurre il rischio cardio-metabolico.

Il costo dei sistemi sanitari cresce esponenzialmente oltre che con l’invecchiamento della popolazione, anche con la diffusione di procedure diagnostiche complesse e talora inappropriate. Ciò è particolarmente vero nel caso di malattie cardiovascolari e metaboliche. Allo stato attuale, la strategia più efficace per limitare la crescita epidemica di queste malattie è l’implementazione di strategie personalizzate di prevenzione. Lo scopo è correggere lo stile di vita dell’individuo per modificare alcuni fattori significativi della genesi delle malattie stesse, quali obesità e sovrappeso, errata alimentazione, sedentarietà, fumo e abuso di sostanze alcoliche.

In questa prospettiva, la Commissione Europea ha deciso di finanziare il progetto SEMEOTICONS (abbreviazione di SEMEiotic Oriented Technology for Individual’s CardiOmetabolic risk self-assessmeNt and Self-monitoring www.semeoticons.eu). Il progetto si propone lo sviluppo di metodi e strumenti innovativi integrati in un sistema di automonitoraggio in grado di fornire un orientamento personalizzato verso il miglioramento dello stile di vita.

La soluzione di SEMEOTICONS: verso una semeiotica digitale.

Secondo la semeiotica medica, il volto umano è un prezioso rilevatore dello stato di salute dell’individuo. Con l’esperienza, il medico raffina la sua capacità personale di leggere e interpretare la complessità semeiotica del volto dei pazienti. I segni così rilevati servono a guidare le visite mediche e possono suggerire la prescrizione di indagini diagnostiche.

L’idea centrale di SEMEOTICONS è tracciare alcune caratteristiche salienti del volto legate allo stato fisico ed emotivo. Seguendo un approccio semeiotico, i segni del viso vengono mappati su misure e descrittori computazionali, valutati automaticamente. L’obiettivo tecnologico principale è progettare e realizzare un innovativo sistema multi-sensore integrato in una piattaforma hardware avente l’aspetto di uno specchio: il cosiddetto “Wize Mirror”. Questo s’inserirà naturalmente nella casa degli utilizzatori o in altri luoghi della loro vita quotidiana (ad esempio, centri di fitness e nutrizionali, farmacie, scuole e così via).

L’automonitoraggio del benessere individuale

Lo “Wize Mirror” è sviluppato per raccogliere dati principalmente sotto forma di video e immagini. In particolare, si acquiscono immagini multispettrali per valutare la perfusione cutanea e controllare l’accumulo di colesterolo e di prodotti di glicazione nella pelle. Mediante sensori di profondità viene riscostruito il volto in 3D per studiarne le variazioni morfologiche. L’acquisizione di sequenze video consente poi la valutazione della frequenza cardiaca e della sua variabilità e la rilevazione di segni collegati a stati psicologici negativi, come stress, ansia e fatica. Inoltre, un dispositivo, sviluppato appostamene nel progetto e chiamato Wize Sniffer, analizza la composizione dell’esalato per monitorare l’effetto di abitudini nocive, quali fumo e abuso di alcol.

I dati raccolti vengono elaborati con metodi e algoritmi in fase di sviluppo e messi a punto nel Consorzio SEMEOTICONS. I descrittori ottenuti verranno integrati in un “indice di benessere” la cui evoluzione temporale descrive lo stato dell’individuo. Un sistema di coaching guiderà l’utente, mediante messaggi e suggerimenti, nel mantenimento di un corretto stile di vita riducendo le abitudini nocive. Gli utenti saranno anche in grado di condividere, se desiderato, i propri dati memorizzati in un diario con il medico di base o altri professionisti sanitari.

È stato realizzato un primo prototipo da utilizzare per le attività di ricerca e sviluppo. Il prototipo comprende la piattaforma hardware e software e la suite di sensori completa. Il Consorzio sta lavorando all’integrazione di tutti i metodi e le procedure che contribuiscono a calcolare l’indice di benessere.

Validazione dello Wize Mirror 

Nella fase finale del progetto, gli esperti medici del Consorzio (Istituto di Fisiologia Clinica, sedi di Pisa e  di Milano, Centre de Recherche en Nutrition Humaine di Lione) eseguiranno una validazione del sistema rispetto alla riproducibilità delle misure, l’efficacia nel rilevare cambiamenti dei fattori di rischio cardio-metabolici analizzati, nonché l’accettabilità da parte degli utenti finali.

Il Consorzio del Progetto SEMEOTICONS include sei istituzioni di ricerca:

  • CNR che coordina il progetto attraverso due istituti: il Coordinatore del progetto è la Dott.ssa. Sara Colantonio dell’Istituto di Scienza e Tecnologie, il Coordinatore Scientifico è il Dott. Giuseppe Coppini dell’Istituto di Fisiologia Clinica, il Coordinatore Clinico è la Dott.ssa Maria Aurora Morales (che ha sostituito il Dott. Paolo Marraccini) dell’Istituto di Fisiologia Clinica.
  • FORTH, Foundation for Research and Technology-Hellas, Grecia
  • LIU, Linkoping University, Svezia
  • UCLAN, University of Central Lancashire, Regno Unito
  • NTNU, Norwegian University of Science and Technology, Norvegia
  • CNRH Centre de Recherche en Nutrition Humaine, Francia.

Due partner industriali:

  • INTECS, Italia
  • FORTHNET, Grecia

Due piccole/medie imprese

  • DRACO System, Spagna
  • COSMED, Italia

www.cnr.it

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.