L’acqua? Ricaviamola dall’aria!


ModuloAwASeas-420x300 L’acqua? Ricaviamola dall’aria!

Durante una Conferenza Stampa che si è tenuta a fine Agosto presso il Padiglione Svizzero di EXPO 2015, la società svizzera di  ingegneria SEAS (Société de l’Eau Aérienne Suisse SA) ha presentato gli ultimi sviluppi della propria tecnologia che consente di produrre, con grande efficienza, acqua di alta qualità dall’aria, catturando e trasformando l’umidità presente nell’atmosfera. Il progetto è stato sviluppato in collaborazione con l’Università di Pavia e la società IVR che produce i due sistemi attualmente commercializzati: ATW MOBILE e AWA MODULA, realizzati presso gli stabilimenti IVR a Boca (Novara).

Il processo ideato da SEAS filtra l’aria ambientale condensando il vapore in acqua distillata che viene filtrata, sottoposta a un trattamento a raggi ultravioletti per eliminare i batteri e successivamente mineralizzata nuovamente per produrre un’acqua tra le più salubri, disponibile ovunque sia necessaria e non siano disponibili fonti alternative di approvvigionamento. L’acqua prodotta con questo metodo risulta meno inquinante rispetto a quella prodotta, ad esempio, dai dissalatori ed inoltre più sicura anche in caso di disastri ambientali  (in quanto l’aria è più facile da purificare rispetto a un terreno contaminato).

ModuloAWA-420x215 L’acqua? Ricaviamola dall’aria!

Gli impianti SEAS sono in grado di produrre acqua di tre tipologie, da quella semi-potabile a quella potabile e mineralizzata (simile all’acqua minerale in bottiglia) a quella demineralizzata per uso farmaceutico o industriale.

I moduli SEAS possono essere alimentati anche con elettricità prodotta da generatori portatili o impianti fotovoltaici, che consentono l’utilizzo di questa tecnologia in zone remote o in caso di emergenza.

www.seas-sa.com

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.