Al via in Italia la rete SigFox per l’Internet of Things


Logo_SigFox_IOT-420x280 Al via in Italia la rete SigFox per l’Internet of Things

Inizierà da Milano, Roma e altre grandi città italiane il dispiegamento della rete SigFox nel nostro Paese, dove la nuova connettività per l’IoT sarà disponibile dal primo trimestre 2016.

Sono passati pochi giorni dall’annuncio del 3GPP dell’accordo per uno standard unico in ambito LTE per le connessioni wireless dedicate all’Internet of Things, che il più attivo operatore in ambito LPWA – SigFox – spinge sull’acceleratore, annunciando accordi in altre 19 nazioni per la realizzazione della propria rete che, lo ricordiamo, utilizza le bande ISM (in Europa 868 MHz) e la tecnologia Ultra Narrow Band con messaggi a 12 byte.

Il partner italiano di SigFox sarà EI Towers, la principale società italiana, controllata da Mediaset, nella gestione delle infrastrutture per Radio, TV e Telecomunicazioni. Con un parco torri di circa 3.000 unità (2.300 torri per broadcasting e più di 700 torri per TLC),  fornisce servizi integrati per le comunicazioni elettroniche a beneficio di operatori di rete del settore televisivo (i cosiddetti network operator), editori o consorzi di editori del settore radiofonico, operatori di rete del settore delle telecomunicazioni mobili (operatori GSM/UMTS/LTE), operatori wireless (WiFi/WiMax) ed enti di pubblica utilità e istituzioni governative. La rete EI Towers dispone di una dorsale in fibra ottica che si sviluppa su un percorso di oltre 6.000 km e di una infrastruttura satellitare basata su piattaforme di Up Link.

Per questa nuova iniziativa in ambito Internet Of Things, EI Towers ha costituito una nuova società – NETTROTTER – che svilupperà la rete SigFox sul territorio italiano e venderà – in modalità subscription – i relativi servizi.

La partnership è stata annunciata congiuntamente a Labège, in Francia, sede di SigFox, e a Lissone (MI), sede di NETTROTTER.

Attualmente presente in nove paesi con 5 milioni di dispositivi registrati, SigFox è ad oggi l’unica soluzione interamente dedicata alla connessione IoT presente sul mercato, con sistemi di  connettività integrate ed efficienti che garantiscono una durata decennale della batteria per la connessione su scala globale dei dispositivi in tutti i settori industriali e di business.

Con questa partnership l’Italia diventa il decimo paese a realizzare la rete SigFox a livello nazionale. Con oltre 7 milioni di connessioni, l’Italia è uno dei più grandi mercati M2M in Europa e si prospettano significativi tassi di crescita per i prossimi anni.

NETTROTTER, fornirà ai clienti italiani servizi di connessione bidirezionali e lavorerà a stretto contatto con SigFox così come con gli sviluppatori IT e i produttori di dispositivi con l’obiettivo di integrare il protocollo SigFox all’interno di una vasta gamma di applicazioni.

Il capitale sociale di NETTROTTER è controllato da EI Towers e ha come socio di minoranza Thinktank 2000, azienda di Carlos Lambarri, manager di lunga esperienza nel settore delle telecomunicazioni ed ex CEO di numerose realtà internazionali facenti parte del gruppo Telecom Italia. EI Towers e NETTROTTER sono partner dell’Osservatorio Internet of Things (School of Management del Politecnico di Milano; quest’ultimo ha fornito consulenza strategica e tecnologica durante la fase di avvio del progetto).

I clienti del mondo IoT in Italia sono pronti ad adottare nuove e proficue applicazioni tecnologiche all’interno di svariati settori quali le città intelligenti, l’assistenza sanitaria, la produzione, l’edilizia, i trasporti e la sicurezza”, ha dichiarato Carlos Lambarri, CEO di NETTROTTER. “La rete SigFox è la chiave affinché NETTROTTER possa promuovere i servizi IoT in tutta Italia, fornendo una connettività altamente scalabile a basso costo e un ridotto consumo energetico per i dispositivi connessi”.

Il nuovo network IoT che sarà sviluppato da NETTROTTER è un chiaro esempio della nostra volontà di innovazione e permetterà di creare nuovi servizi e di ampliare il nostro portafoglio facendo leva sul core business esistente”, ha affermato Guido Barbieri, co-CEO di EI Towers.

“Questa partnership con EI Towers e NETTROTTER è un altro grande esempio dell’abilità di SigFox di lavorare con realtà imprenditoriali che vogliono implementare rapidamente il nostro network all’interno di una vasta area. In abbinamento all’eccellente know-how e alla capillare presenza sul territorio di EI Towers, daremo presto vita ad un ecosistema IoT in Italia”, afferma Rodolphe Baronnet-Frugès, SigFox executive vice president of networks and operator. “L’Italia ha un’industria elettronica molto dinamica e all’avanguardia nel settore delle IoT a livello mondiale. Siamo entusiasti di lavorare con i nostri partner e di contribuire a collegare le iniziative italiane legate all’IoT al resto del mondo”, ha concluso.

Nell’ambito del suo progetto di espansione mondiale SigFox ha recentemente annunciato che la sua rete coprirà anche le 10 principali città americane entro i primi tre mesi del 2016: San Francisco, New York, Boston, Los Angeles, Chicago, Austin, Houston, Atlanta, Dallas e San Josè.

Attualmente la rete SigFox copre, a livello mondiale, un milione di chilometri quadrati ed una popolazione di 165 milioni di persone; 5 milioni di dispositivi sono già registrati sulla rete.

www.sigfox.com

 

 

Arsenio Spadoni

Journalist, ElettronicaIn Publisher & Founder, Futura Elettronica Founder,

Un pensiero riguardo “Al via in Italia la rete SigFox per l’Internet of Things

  • 11/10/2015 in 10:17
    Permalink

    Allora ci siamo, in Italia abbiamo SigFox.
    Ma i ripetitori radio saranno installati sui pali dei telefoni ?
    Ed il costo delle connessioni sara’conteggiato per ogni schedina rtx installata in casa?

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.