Un propulsore ipersonico per rendere i voli spaziali più veloci


SABRE-Engine-Cutaway2-420x196 Un propulsore ipersonico per rendere i voli spaziali più veloci

La company britannica Reaction Engines ha l’obiettivo di rendere i velivoli spaziali ancora più veloci ed economici  di quelli attualmente impiegati, grazie ad un razzo ipersonico, capace di superare i seimila chilometri all’ora, oltre quattro volte la velocità del suono.

Con il motore, Sabre o Synergetic Air-Breathing Rocket Engine, che avrà un costo dieci volte inferiore ai sistemi impiegati oggigiorno, i razzi spaziali potrebbero diventare dunque sempre più veloci.

Il progetto ha ottenuto finanziamenti per 100 milioni di dollari dal BAE Systems e dal governo britannico, che ha investito nell’azienda fondata dall’ingegnere Alan Bond nel 1989 proprio per realizzare il propulsore Sabre.

I propulsori Sabre possono essere montati su aerei spaziali capaci di decollare e atterrare su un comune aeroporto.

Fonte: Sabre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.