.

Accordo Esa-Thales Alenia Spazio Italia per lo sviluppo dei Sentinel 1C e 1D


Sentinel-420x297 Accordo Esa-Thales Alenia Spazio Italia per lo sviluppo dei Sentinel 1C e 1D

Buone notizie per il sistema spaziale italiano grazie al nuovo contratto tra l’Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Thales-Alenia Spazio Italia per lo sviluppo dei satelliti Sentinel-1 C e 1D.

“Si tratta del terzo e quarto satellite di una serie di ‘sentinelle’ nel quadro del programma europeo Copernicus, co-finanziato da Esa e Commissione Ue”, ha spiegato Simonetta Cheli, capo ufficio Relazioni pubbliche e istituzionali di Esa/Esrin.

Il sistema integra ed elabora tutte le informazioni, fornendo agli utenti dati affidabili e aggiornati attraverso una serie di servizi che attengono all’ambiente, al territorio e alla sicurezza.

Il contratto del valore di circa 402 milioni di euro per costruire i prossimi satelliti Sentinel è stato firmato dall’amministratore delegato di TAS Italia Donato Amoroso e da Volker Liebig a capo del direttorato per l’Osservazione della Terra dell’Esa, alla presenza di Mauro Facchini responsabile per la Commissione europea dell’Unità Copernicus e del presidente dell’Asi Roberto Battiston.

Copernicus ha tra i suoi obiettivi anche quello di garantire all’Europa una sostanziale indipendenza nel rilevamento e nella gestione dei dati sullo stato di salute del pianeta, supportando le necessità delle politiche pubbliche europee attraverso la fornitura di servizi precisi ed affidabili sugli aspetti ambientali e di sicurezza. I servizi si dividono in sei aree tematiche: suolo, mare, atmosfera, cambiamenti climatici, gestione delle emergenze e sicurezza.

Fonte: Thales Group

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.