.

L’RN2483 di Microchip è il primo modulo LoRa ad ottenere la certificazione di LoRa Alliance


RN2483-420x300 L’RN2483 di Microchip è il primo modulo LoRa ad ottenere la certificazione di LoRa Alliance

Microchip Technology ha annunciato che il suo modulo LoRa RN2483  ha superato – primo al mondo – il Programma di Certificazione LoRaWAN di LoRa Alliance. Il modulo RN2483 è stato testato dal laboratorio indipendente accreditato Espotel superando i requisiti e le specifiche del protocollo LoRaWAN 1.0 per il funzionamento nella banda senza licenza a 868 MHz. Ne consegue che i progettisti potranno ora integrare rapidamente e facilmente la tecnologia LoRaWAN nei loro terminali.

Lo standard LoRaWAN consente comunicazioni a bassa velocità in ambito Internet of Things (IoT) e Machine-to-Machine (M2M) con portata fino a 10 miglia, durata della batteria di 10 anni e con la possibilità di collegare milioni di sensori wireless ai gateway  LoRaWAN.

Microchip presenterà alcune applicazioni con questo modulo all’Embedded World di Norimberga (Hall 1, Booth 1-510) in programma dal 23 al 25 febbraio 2016.

Il lancio di un programma di certificazione accreditato è un passo fondamentale nella missione della LoRaWAN Alliance, verso una standardizzazione dei requisiti di sicurezza e massima affidabilità delle reti LPWAN (Low-Power Wide Area Networks). Siamo orgogliosi di essere la prima e unica azienda ad avere un modulo certificato LoRaWAN 1.0“, ha dichiarato Steve Caldwell, Vice presidente della Wireless Product Division di Microchip e a capo del Comitato Strategico di LoRaWAN Alliance. “Questo Programma di Certificazione fornirà la garanzia ai clienti finali che i loro terminali e le loro applicazioni potranno funzionare con qualsiasi rete LoRaWAN, requisito fondamentale per una distribuzione globale di applicazioni IoT nell’ambito delle reti LPWANs.

Microchip si era preparata con cura per i test di certificazione, e i propri ingegneri hanno avuto un approccio molto professionale e meticoloso durante lo svolgimento delle prove“, ha dichiarato Jouko Nikula, proprietario dei servizi di test LoRaWAN di Espotel. “Espotel utilizzerà il modulo RN2483 di Microchip come prodotto di riferimento nell’ulteriore sviluppo dei test di certificazione LoRaWAN per quanto riguarda l’interoperabilità e le prestazioni nel nostro laboratorio di test e di ricerca.”

Prima del lancio del Programma di Certificazione, il team di sviluppo LoRa di Microchip aveva eseguito numerosi test di verifica e di interoperabilità con tutti i principali fornitori di infrastrutture di rete LoRaWAN, tanto da essere già considerato un punto di riferimento all’interno dell’ecosistema LoRaWAN. Peter Kaae Thomsen, CTO del fornitore di Core Network LoRa OrbiWise, ha confermato che il modulo RN2483 è già stata adottata come dispositivo di riferimento per testare la loro UbiQ Network Solution.

RN2483_diagram-420x300 L’RN2483 di Microchip è il primo modulo LoRa ad ottenere la certificazione di LoRa Alliance

La società di ricerche di mercato Gartner prevede che ci saranno 25 miliardi di oggetti connessi entro il 2020. Mentre il mercato dell’IoT è in crescita esponenziale, gli sviluppatori sono chiamati a realizzare un’infrastruttura semplice e robusta con le loro risorse limitate. Pertanto essi sono alla ricerca di una soluzione con un costo complessivo molto basso, facile da progettare, con tempi brevi di commercializzazione, grande interoperabilità e la possibilità di essere utilizzati ovunque su scala nazionale. Il modulo RN2483 433/868 MHz LoRaWAN di Microchip risponde alle direttive R&TTE della Comunità Europea, caratteristica che consente di accelerare i tempi di sviluppo e di limitare i costi. Inoltre, le ridotte dimensioni (appena 17,8 x 26,7 x 3,0 mm) e la disponibilità di ben 14 GPIO, forniscono la flessibilità per collegare e controllare un elevato numero di sensori e attuatori in uno spazio limitato.

Il modulo RN2483 viene fornito con lo stack LoRaWAN, in modo che possa connettersi facilmente a qualsiasi architettura di rete compatibile con l’attuale e futura infrastruttura LoRa Alliance, sia gestita da piccole comunità locali (LAN) che da operatori Telecom  interessati ad espandere le reti Low Power Wide Area (LPWANs) a livello nazionale. L’integrazione dello stack di protocollo nel modulo consente anche di utilizzare qualsiasi microcontrollore con interfaccia UART per configurare e controllare il dispositivo, comprese le centinaia di micro PIC, medianti semplici comandi ASCII.

Il modulo RN2483 risolve il secolare dilemma degli sviluppatori wireless costretti a dover scegliere tra portata e basso consumo energetico. Utilizzando la tecnologia LoRa, i progettisti possono ottimizzare entrambi, riducendo anche i costi dovuti ai ripetitori aggiuntivi. In più, l’RN2483 offre loro la possibilità di realizzare comunicazioni sicure grazie alla crittografia AES-128.

Con la sua scalabilità, la robusta connessione, l’elevata mobilità e la capacità di operare in ambienti esterni ostili, l’RN2483 è adatto per una vasta gamma di sistemi di controllo e monitoraggio wireless con limitato numero di informazioni da trasmettere. Esempi di applicazione IoT e M2M includono: Smart Cities (lampioni stradali, parcheggi, semafori), Energy Measurement, (forniture di elettricità, acqua, gas), e Industrial / Commercial / Home Automation (condizionamento/riscaldamento, elettrodomestici intelligenti, sistemi di sicurezza, illuminazione).

Il modulo Microchip RN2483 è ora disponibile in volumi al prezzo unitario di 10,90 dollari per lotti di 1.000 pezzi.

www.microchip.com

 

 

Arsenio Spadoni

Journalist, ElettronicaIn Publisher & Founder, Futura Elettronica Founder,

Un pensiero riguardo “L’RN2483 di Microchip è il primo modulo LoRa ad ottenere la certificazione di LoRa Alliance

  • 12/07/2018 in 11:14
    Permalink

    ma se monto il microchip su un prodotto questo poi deve rifare i test lora oppure no

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.