L’IoT arriva sui campi di fragole grazie a Fa.Mo.S.A. e Libelium Waspmote


Fragole_apertura-420x300 L’IoT arriva sui campi di fragole grazie a Fa.Mo.S.A. e Libelium Waspmote

Sensori e controllo remoto migliorano la qualità delle fragole, aumentano la resa per ettaro e velocizzano l’arrivo del prodotto sulle tavole dei consumatori. Famosa e Libelium introducono l’innovazione tecnologica nelle serre dell’Emilia Romagna portando ad una sensibile riduzione degli scarti e dell’impiego di acqua e pesticidi, a tutto vantaggio del reddito degli agricoltori che possono seguire su smartphone la maturazione dei preziosi frutti.

Le fragole sono largamente apprezzate per il loro aroma, il  caratteristico colore rosso brillante, la consistenza succosa e la dolcezza. Non tutti sanno, però, che la coltivazione di questo frutto richiede particolare attenzione, così come la scelta del periodo di raccolta e la successiva conservazione. In altre parole si tratta di un frutto molto delicato, specie se lo si vuole gustare nel momento della massima fragranza.

In ambito europeo, l’Italia è il quarto paese per la produzione di fragole (circa 140.000 tonnellate annue), con una superficie utilizzata di 3.700 ettari, di cui l’80% circa è rappresentato da spazi coperti. Le serre si trovano prevalentemente nel nord-est della regione Emilia Romagna, una delle più importanti aree ortofrutticole italiane, per varietà e per qualità dei prodotti.

italy_map_strawberry-420x240 L’IoT arriva sui campi di fragole grazie a Fa.Mo.S.A. e Libelium Waspmote

Dal produttore al consumatore

Attualmente i coltivatori impegnati in questa attività hanno come obiettivo principale quello di ridurre i tempi tra il momento della raccolta e l’arrivo sui banchi di vendita e l’incremento della qualità del prodotto (soprattutto aspetto e sapore). Per questo motivo sono sempre più numerosi gli agricoltori che vendono direttamente i loro prodotti ai consumatori e quelli che iniziano ad utilizzare soluzioni intelligenti per un controllo continuo dei fattori che influenzano la qualità.

Le fragole che crescono in serra sono molto sensibili a due fattori: la temperatura dell’aria (molto importante durante tutto il periodo di coltivazione, dalla semina fino al raccolto) e la quantità di acqua utilizzata per l’irrigazione del prodotto  (molto importante durante i primi mesi dopo la semina e prima del raccolto).

Fragole-IoT-420x219 L’IoT arriva sui campi di fragole grazie a Fa.Mo.S.A. e Libelium Waspmote

Entrambi questi parametri devono essere costantemente mantenuti entro intervalli ottimali, per evitare la perdita di prodotto che può arrivare fino all’80%, causata dalla presenza di deformazioni, piante collassate o frutti troppo piccoli. A tal fine, gli agricoltori hanno bisogno di conoscere la temperatura della serra e il contenuto idrico del terreno molte volte al giorno, al fine di prendere decisioni circa la gestione della temperatura e dell’acqua.

Nei pressi di Imola, nota per un’altra icona “rossa”, quella della Ferrari, è nata una società specializzata nella gestione innovativa delle colture che è in grado di mettere tutte queste informazioni a disposizione degli agricoltori della zona.

Fa.Mo.S.A, questo il nome della società, acronimo di Farm Monitoring Systems for Agriculture, coniuga perfettamente le competenze dei suoi membri, Massimo Noferini, che gestisce sensori e tecnologie utilizzate per i parametri di controllo adattando la piattaforma alle esigenze del cliente e Elisa Bonora, fra i massimi esperti internazionali in materia di qualità delle produzioni ortofrutticole e degli standard ambientali, fisiologici e produttivi relativi alla frutta e verdura di qualità.

Famosa-420x300 L’IoT arriva sui campi di fragole grazie a Fa.Mo.S.A. e Libelium Waspmote

 

Le fragole in serra

Nel 2015 Fa.Mo.S.A ha sviluppato il portale esiFarm, oltre a consentire un controllo generale dei propri prodotti in campo ed in magazzino, permette di monitorare nuovi parametri specifici per il controllo dei livelli di maturazione, di accrescimento, di umidità, di irrigazione e di temperatura.
Con esiFarm è possibile monitorare istantaneamente i parametri ambientali, fisiologici e produttivi per beneficiare delle opportunità dell’agricoltura di precisione, trovando delle soluzioni ad hoc nei momenti più critici e strutturando con più tranquillità pianificazioni a lungo termine.
Una nuova tecnologia, personalizzata, che aggrega dati, permette un monitoraggio continuo e una analisi preventiva con un sistema di alert per i parametri che necessitano di correzioni urgenti.

sb2-1-420x236 L’IoT arriva sui campi di fragole grazie a Fa.Mo.S.A. e Libelium Waspmote

Una nuova tecnologia, sostenibile, che protegge i prodotti ortofrutticoli e i processi produttivi con tecniche innovative e non distruttive.  Si tratta di un sistema di supporto decisionale che rende più facile la gestione delle coltivazioni e che introduce l’Internet of Things in agricoltura.

Durante la primavera 2015, Fa.Mo.S.A ha iniziato a lavorare con gli agricoltori che coltivano le fragole in serra, inviando i dati dei sensori al portale esiFarm.

Per realizzare l’infrastruttura hardware, Fa.Mo.S.A ha scelto i sensori e la piattaforma  Libelium Waspmote Plug&Sense! Smart Agriculture : temperatura dell’aria e umidità del suolo vengono rilevati dagli appositi sensori e permettono un continuo monitoraggio del raccolto.

diagram_case_studie_strawberry-01-340x300 L’IoT arriva sui campi di fragole grazie a Fa.Mo.S.A. e Libelium Waspmote

L’agricoltore può controllare istantaneamente sul suo smartphone lo stato di maturazione delle fragole e ricevere avvisi quando vengono raggiunte soglie predefinite.

diagram_case_studie_strawberry-02.jpg-309x300 L’IoT arriva sui campi di fragole grazie a Fa.Mo.S.A. e Libelium Waspmote

Intelligenza in agricoltura

L’investimento in un simile sistema di controllo può essere facilmente ammortizzato in un paio d’anni, garantendo agli agricoltori numerosi vantaggi:

  • Risparmio di tempo, non essendo più necessario recarsi più volte al giorno nel campo per controllare lo stato del raccolto.
  • Maggiore consapevolezza, in quanto le loro decisioni sono basate su dati reali, che vengono costantemente raccolti ed elaborati dal sistema.
  • Risparmio di risorse, in quanto un controllo più puntuale consente di risparmiare durante l’intero ciclo fino al 30% di acqua e il 15% successivamente.
  • Riduzione degli scarti, riuscendo a mantenere una produzione costante di circa 40 tonnellate/ettaro.
  • Qualità elevata e costante, che incrementa la fedeltà del consumatore e permette di mantenere un prezzo di vendita costante durante tutto il periodo di raccolta (circa 3,5-4,5 euro / kg per il prodotto venduto direttamente).

Dettagli tecnici sulla piattaforma Waspmote, sui sensori e su come realizzare applicazioni in ambito Smart Agriculture sono disponibili qui.

www.famosasrl.com

 

 

Arsenio Spadoni

Journalist, ElettronicaIn Publisher & Founder, Futura Elettronica Founder,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.