.

Dal Politecnico di Milano materiali elettronici personalizzabili


OndeSpinWEB Dal Politecnico di Milano materiali elettronici personalizzabili

Scrivere, cancellare e riscrivere le configurazioni micromagnetiche complesse in un unico passaggio per costruire “da zero” materiali elettronici personalizzabili le cui proprietà e funzionalità possono essere programmato e riprogrammato on-demand, o anche modificate in risposta agli stimoli dell’ambiente circostante: è la ricerca del Polifab, il nuovo centro per la micro e nano fabbricazione del Politecnico di Milano, di cui si è occupata la rivista Nature Nanotechnology nel suo ultimo numero. Grazie alla tecnica denominata “Thermally assisted magnetic scanning probe lithography” (tam-SPL) messa a punto dai ricercatori, è possibile definire nanostrutture “puramente magnetiche” prodotte senza alterare la struttura chimica o la forma del materiale. Una ricerca di particolare importanza nel campo della fabbricazione di nano sensori, in particolare per quanto riguarda lo sviluppo dell’Internet of Things.

La ricerca  è stata sviluppata dal gruppo del Dipartimento di Fisica del Politecnico di Milano guidato da Riccardo Bertacco, in particolare da Edoardo Albisetti e Daniela Petti, ed è frutto di una collaborazione con ricercatori internazionali del Georgia Institute of Technology (Atlanta), Cuny-Asrc (New York),Cic Nanogune (Donostia-San Sebastian), Cnr-Iom (Perugia) eUniversity of Illinois Urbana-Champaign (Urbana).

www.polifab.polimi.it/

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.