Milano sempre più smart col progetto Sharing Cities


Milano_Sharing_Cities-420x300 Milano sempre più smart col progetto Sharing Cities

Presentato il progetto “Sharing Cities”, che punta a rendere la zona di Porta Romana e Vettabbia un distretto “smart” a energia zero, nell’arco di cinque anni, con una collaborazione tra Milano, Londra e Lisbona. Le tre città, consorziate, si sono aggiudicate il bando europeo “Soluzioni per città e comunità intelligenti che integrano i settori dell’energia, trasporti e Ict attraverso progetti pilota”. Londra è capofila del progetto, Milano e Lisbona le consorziate, mentre Bordeaux, Burgas e Varsavia sono le città “follower”, che replicheranno i modelli proposti dalle prime tre città.

Obiettivo, abbattere le emissioni di carbonio degli edifici e dei mezzi di trasporto per migliorare la qualità dell’aria. Il progetto riceverà un contributo europeo complessivo di 25 milioni di euro, di cui 8,6 milioni al parternariato locale della città di Milano. Di questi, poco più di due saranno introitati dal comune.

Sono previsti interventi su cinque edifici di proprietà mista e su due edifici pubblici in via San Bernardo (quartiere di Chiaravalle), per un totale di 25 mila metri quadri di unità residenziale. Saranno installati 300 lampioni intelligenti wifi dotati di sensori. E poi la sharing mobility: a disposizione degli abitanti, 60 veicoli elettrici di car sharing più due auto a disposizione del “car sharing condominiale”, oltre a 150 bici elettriche (per 14 nuove stazioni), 76 punti di ricarica di colonnine elettriche (20 a ricarica rapida), 125 stalli di parcheggio intelligenti e 10 veicoli elettrici condivisi destinati al trasporto merci.

http://cordis.europa.eu

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.