IDT e Prodrive Technologies per switch RapidIO con latenza di 100 ns ad elevata efficienza energetica


RapidIO_logo_Interno-420x186 IDT e Prodrive Technologies per switch RapidIO con latenza di 100 ns ad elevata efficienza energetica

IDT ha annunciato un rapporto di collaborazione con Prodrive Technologies mirato allo sviluppo di una nuova famiglia di apparecchiature di commutazione basate sugli switch in tecnologia RapidIO, che garantiscono una bassissima latenza, un’elevata larghezza di banda e l’efficienza energetica necessaria per affrontare svariate applicazioni nell’ambito delle reti dati e dei centri di calcolo. Caratterizzati da una latenza di commutazione di 100 ns, questi switch sono ideali per realizzare apparecchiature destinate a reti 5G, stazioni radio C-RAN, sistemi di elaborazione periferica nei nodi della rete mobile (mobile edge computing), sistemi di calcolo ad alte prestazioni (high-performance computing), sistemi di analisi di grandi quantità di dati (data analytics) e sistemi di trading finanziari.

I nuovi prodotti sono il risultato delle attività svolte dalle due aziende nell’ambito dell’iniziativa Open Compute Project (OPC) del gruppo di lavoro HPC, co-presieduto da IDT. Gli switch realizzati sfruttano la tecnologia RapidIO di IDT, già utilizzata per gestire praticamente tutte le chiamate e i download effettuati tramite le reti cellulari 4G LTE attualmente in funzione.

Gli switch RapidIO sono utilizzati per collegare tra loro le diverse parti di un sistema di elaborazione composto da dispositivi elettronici complessi, che integrano componenti sofisticati come SoC (Sytem on Chip), DSP (Digital Signal Processor) , FPGA (Field Programmable Gate Array) e ASIC (Application Specific Integratet Circuit) personalizzati. IDT ha consegnato oltre 100 milioni di switch per porte in tecnologia RapidIO da 10-20 Gbps utilizzate nelle reti attualmente in esercizio. Oltre ad utilizzare gli switch di seconda generazione, la nuova famiglia di apparecchiature integrerà gli switch RapidIO della famiglia RXS recentemente annunciata da IDT, che permetteranno di far funzionare le porte con una velocità fino a 50 Gbps, con un assorbimento energetico inferiore a 1,2 W per porta e una latenza di 100 ns.

“I requisiti di tempo di round trip dell’ordine del singolo millisecondo richiesti dalle infrastrutture 5G pongono dei vincoli molto stringenti su tutti gli elementi che compongono la catena di elaborazione dei segnali nella rete e queste nuove apparecchiature di switching basate su RapidIO offrono una combinazione senza precedenti di latenza ed efficienza energetica,” afferma Sailesh Chittipeddi, Chief Technology Officer e Vice President of Global Operations di IDT. “La collaborazione con Prodrive Technologies aiuta a soddisfare le esigenze di elaborazione nei nodi periferici delle reti 5G e delle soluzioni C-RAN nel settore delle telecomunicazioni, così come quelle dei sistemi di calcolo ad alte prestazioni e dedicate all’analisi di grandi masse di dati.”

I primi apparati di switching con 38 porte funzionanti a 20 Gbps sono stati utilizzati per realizzare sistemi C-RAN per reti wireless e sistemi di calcolo per l’analisi di grandi quantità di dati. Ulteriori prodotti, attesi per la seconda metà del 2016, utilizzeranno i circuiti integrati della famiglia RXS di IDT funzionanti a 50 Gbps per porta, e saranno inseriti su sistemi installabili su rack da 19 pollici.

La collaborazione con IDT si è rivelata fondamentale per assicurarsi le commesse da parte di importanti clienti del settore informatico e delle telecomunicazioni utilizzando i nostri server e switch basati su RapidIO,” ha dichiarato Pieter Janssen, CEO di Prodrive Technologies. “Combinando la competenza di IDT nel settore delle interconnessioni e la capacità di progettazione di Prodrive, abbinata alla produzione all’interno dell’Unione Europea, abbiamo già potuto consegnare le versioni a 10-20 Gbps delle nostre apparecchiature di switching per essere utilizzare da primarie società di telecomunicazioni che stanno realizzando soluzioni C-RAN, oltre che a altre importanti società europee che utilizzano data center orientati all’elaborazione ad alte prestazioni. Gli switch, abbinati ai server FPGA/Power/x86/ARM  con connessioni RapidIO di Prodrive, sono molto interessanti anche per le applicazioni di tipo finanziario.

L’apparecchiatura di switching ha una scalabilità da 32 a 96 porte e supporta il clustering a livello di rack o multi-rack per realizzare sistemi di elaborazione eterogenei con diverse CPU e acceleratori. Più switch possono essere collegati in una rete con topologia di tipo a dorsale e foglie (leaf and spine) che sfrutta il protocollo RapidIO per collegare fino a 64K nodi di elaborazione in una singola rete. Le singole porte possono essere configurate per funzionare a varie velocità, tra cui 1, 2,5, 5, 10, 20, 40 e 50 Gbps, allo scopo di ottimizzare il consumo energetico complessivo del sistema in base al carico di lavoro dell’applicazione.

Adottando un approccio aperto e collaborativo allo sviluppo di soluzioni di calcolo ad alte prestazioni, OpenPOWER sta accelerando e rafforzando le attività di sviluppo attraverso la nostra sempre più ampia comunità aperta alla partecipazione di tutti,” afferma Calista Redmond, presidente di OpenPOWER Foundation. “IDT è impegnata attivamente con OpenPOWER per far crescere le soluzioni dedicate ai sistemi di elaborazione e di switching destinate ai nodi periferici delle reti.

www.idt.com

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.