.

Gli studenti italiani protagonisti alla Shell Eco-marathon Europe 2016


ShellEME2016-420x300 Gli studenti italiani protagonisti alla Shell Eco-marathon Europe 2016

La Shell Eco-marathon scalda i motori: dal 30 giugno al 3 luglio, più di 200 veicoli ad alta efficienza energetica progettati da oltre 2.000 studenti, provenienti da 28 Paesi europei, si sfideranno tra le vie che circondano il Queen Elizabeth Olympic Park di Londra.

La Shell Eco-marathon, giunta alla 31^ edizione, incoraggia infatti i giovani delle scuole superiori e delle università di tutto il mondo ad ideare e costruire veicoli ad alta efficienza energetica, in grado di percorrere la maggior distanza possibile con l’equivalente di un litro di carburante o un kWh di energia.

Due le categorie di veicoli previste:

– URBAN CONCEPT, nell’ambito della quale le auto sono create secondo i criteri più convenzionali

– PROTOTIPI, che permette di testare veicoli capaci di ridurre la resistenza e massimizzare l’efficienza del motore, favorendo anche lo sviluppo di design avveniristici.

Per l’Italia parteciperanno quest’anno 8 team composti da studenti provenienti da 5 Regioni: Basilicata, Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Sicilia con 4 veicoli nella prima categoria e 4 nella seconda. Questi i team italiani che prenderanno parte all’evento:

URBAN CONCEPT

Eco-HybridKatane dell’Università degli Studi di Catania competerà con un veicolo a benzina

FAENZAitiRACING dell’ITIP L. Bucci di Faenza ha realizzato un veicolo a GTL

H2politO – Molecules going hybrid del Politecnico di Torino partecipa con un veicolo a etanolo

Mecc-H2 del Politecnico di Milano che gareggerà con un veicolo a batteria elettrica

PROTOTIPI

FAENZAnaftaRACING dell’ITIP L. Bucci di Faenza con un veicolo diesel

H2politO – Molecole da corsa del Politecnico di Torino che parteciperà con un veicolo a idrogeno

Zero C dell’ITIS Leonardo da Vinci di Carpi che competerà con un veicolo a batteria elettrica

UNIBAS RACING TEAM dell’Università degli Studi della Basilicata di Potenza che gareggerà con un veicolo a GNG (Gas naturale compresso).

La Shell Eco-marathon rappresenta una parte importante della risposta di Shell alle moderne sfide in materia di mobilità sostenibile”. – spiega Valeria Contino, Responsabile Relazioni Esterne Shell Italia O.P. – “Per oltre 30 anni la Shell Eco-marathon ha contribuito a ispirare alcune delle giovani menti più brillanti del mondo nel progettare e costruire nuovi veicoli eco-sostenibili. L’iniziativa è stata ben accolta anche quest’anno dai team italiani già all’opera per mettere in campo creatività e competenze tecniche per realizzare innovativi veicoli ad alta efficienza energetica”.

La storia della Shell Eco-marathon in Europa ha avuto inizio nel 1985. La competizione rappresenta, oggi come allora, il più importante progetto di educazione e formazione sulla mobilità sostenibile, destinato ai giovani di tutto il mondo. Il progetto è stato concepito e realizzato per promuovere valori quali il rispetto dell’ambiente, l’efficienza energetica, il riconoscimento della diversità individuale e culturale.

Durante i giorni di gara si svolgerà, inoltre, il festival “Make the Future” che promuoverà idee brillanti e possibili soluzioni per fronteggiare le sfide energetiche della società moderna.

Numerosi sono i record stabiliti nel corso della lunga storia della Shell Eco-marathon: nella prima edizione europea il vincitore percorse 680 chilometri con un litro di benzina. Oggi, i concorrenti usano approcci e tecniche differenti come la realizzazione di veicoli ottenuti da stampanti 3D, o l’impiego di energie alternative come combustibile. L’attuale record è di 3.771 chilometri con un litro di benzina – la distanza utile per viaggiare da Roma a Londra andata e ritorno – con un solo litro di carburante.

Shell Eco-marathon Europe 2016

 

 

 

Arsenio Spadoni

Journalist, ElettronicaIn Publisher & Founder, Futura Elettronica Founder,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.