I primi taxi senza autista circolano a Singapore 

nutonomy

Il primo progetto di questo genere realmente disponibile per il pubblico, anche se ancora in fase sperimentale, è quello dell’italiano Emilio Frazzoli che con la sua Start-up NuTonomy ha preceduto di pochi giorni l’analogo esperimento di Uber a Pittsburgh.

Dal 25 agosto quanti vivono nel quartiere degli affari di Singapore, a est della città, hanno a disposizione due robo-taxi (tra pochi giorni se ne aggiungeranno altri 4) che potranno chiamare tramite un’apposita app ed utilizzare gratuitamente per spostarsi da un luogo all’altro della città.

I veicoli utilizzati sono delle autovetture elettriche Renault Zoe e  Mitsubishi i-MiEV che nuTonomy ha appositamente configurato per la guida autonoma con un sofisticato software integrato con componenti di rilevamento e di calcolo ad alte prestazioni. Durante la prima fase, un ingegnere di nuTonomy sarà a bordo del veicolo per osservare le prestazioni del sistema e, se necessario, assumere il controllo della vettura.

Durante tutto il periodo sperimentale, nuTonomy raccoglierà e valuterà i dati relativi alle prestazioni del software, alla precisione ed efficienza di guida del sistema, al processo di prenotazione del veicolo, ed anche all’esperienza complessiva dei passeggeri. Questi dati consentiranno a nuTonomy di affinare il proprio software in vista del lancio del servizio commerciale con una flotta di robo-taxi previsto per il 2018.

All’inizio di questo mese, nuTonomy è stato selezionato dalla Land Transport Authority di Singapore (LTA) come R&D partner per supportare lo sviluppo di servizi con veicoli autonomi in Singapore. Questa esperimento con i robo-taxi rappresenta il primo, rapido, risultato di questa partnership. nuTonomy è attualmente l’unica società autorizzata a testare veicoli autonomi sulle strade di Singapore.

Il CEO e co-fondatore di nuTonomy, Karl Iagnemma, ha dichiarato: “Questa importante iniziativa, la prima al mondo, è significativa del livello di maturità che abbiamo raggiunto col nostro software di guida autonoma. Questo test rappresenta una straordinaria opportunità per raccogliere feedback in un contesto del mondo reale, e questo feedback darà a nuTonomy un vantaggio unico.”

Oltre a Singapore, nuTonomy ha in corso test in Michigan e nel Regno Unito, in collaborazione con i principali costruttori di automobili tra cui Jaguar Land Rover.

http://nutonomy.com

 

 

Arsenio Spadoni

Journalist, ElettronicaIn Publisher & Founder, Futura Elettronica Founder,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0