kilobyte o kibibyte?

Il kibibyte è un’unità di misura dell’informazione o della quantità di dati, il termine deriva dalla contrazione di kilo-binary-byte ed ha per simbolo KiB. Questo standard è stato definito dalla Commissione Elettrotecnica Internazionale (IEC) nel dicembre 1998 per stabilire i nuovi multipli del byte.

Il kibibyte è collegato strettamente al kilobyte, il quale è usato (creando spesso ambiguità) o per riferirsi a 103 byte (1.000 byte) oppure come sinonimo per kibibyte creando in quest’ultimo caso un errore del 2,4%, crescente.

1 kibibyte = 1 024 byte = 210 byte

1 kibibyte ≈ 1 000 byte → 2,4% di errore

1 mebibyte ≈ 1 000 000 byte → ≈ 5% di errore

1 gibibyte ≈ 1 000 000 000 byte → ≈ 7% di errore

1 tebibyte ≈ 1 000 000 000 000 byte → ≈ 10% di errore

Anche il kilobyte è un’unità di misura dell’informazione o della quantità di dati e fa parte dei vari multipli del byte.

Il SI (Sistema Internazionale di unità di misura) definisce i simboli da usare che, nel caso del kilobyte, è kB (o MB nel caso di megabyte). Altre abbreviazioni hanno significati differenti, come kb che significa kilo bit, o che rappresentano altre grandezze fisiche come KB, essendo K il simbolo della temperatura espressa in gradi Kelvin.

Toshiba è una delle poche società che utilizza lo standard IEC precisando sempre nelle note le differenze:

Definizione di capacità: Toshiba Memory Corporation definisce un megabyte (MB) come 1.000.000 byte, un gigabyte (GB) come 1.000.000.000 byte e un terabyte (TB) come 1.000.000.000.000 byte. Il sistema operativo di un computer tuttavia, riporta le capacità di storage usando le potenze di 2 per la definizione di 1GB = 230 byte = 1.073.741.824 byte 1TB = 240 byte = 1.099.511.627.776 byte, e di conseguenza presenta una capacità di storage inferiore.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0