Hayabusa è la nuova piattaforma scalabile di sensori d’immagine di ON Semiconductor

ON Semiconductor ha annunciato oggi una nuova piattaforma CMOS per sensori di immagini che offre nuovi livelli di prestazioni e qualità delle immagini nelle applicazioni automobilistiche come ADAS, specchietti retrovisori, sistemi di visualizzazione posteriore, surround e guida autonoma.

La piattaforma Hayabusa utilizza la tecnologia “Dual Conversion Gain BSI Pixel” da 3.0 µm che offre una capacità di carica di 100.000 elettroni, il più alto del settore, nonché altre caratteristiche  chiave come la simultanea combinazione tra l’HDR (High Dynamic Range) e la riduzione dello sfarfallamento a LED (LFM) oltre alla sicurezza funzionale in tempo reale e la qualifica di grado automobilistico.

La famiglia Hayabusa consente ai fabbricanti di automobili di soddisfare gli standard in evoluzione per l’ADAS come il NCAP 2020 europeo, offrendo nel contempo funzionalità di nuova generazione come specchi elettronici e sistemi di visualizzazione ad alta risoluzione con tecnologia anti-sfarfallio. L’approccio scalabile dei sensori dalle dimensioni ottiche da ½ a ¼ di pollice riduce il tempo e lo sforzo di sviluppo dei clienti per più piattaforme auto, dando loro un vantaggio nel time-to-market“, ha dichiarato Ross Jatou, VP and GM of the Automotive Solutions Division presso ON Semiconductor “ON Semiconductor è in grado di fornire sensori di immagine con questa architettura di pixel nelle fotocamere digitali di fascia alta per la cinematografia e la televisione. Ora stiamo introducendo questa architettura nei nuovi sensori sviluppati per gli standard automobilistici“.

L’elevata capacità di carica di questa tecnologia di pixel, consente a tutti i dispositivi della famiglia Hayabusa di fornire una capacità di Super-Exposure, che consente di ottenere immagini HDR a 120 dB e con LFM per un’elevata fedeltà delle immagini nelle scene più impegnative, senza sacrificare la sensibilità a bassa luminosità . La capacità simultanea di HDR e LFM è particolarmente importante per aumentare la sicurezza in quanto assicura che tutti gli oggetti e i rischi potenziali possano essere identificati in entrambe le zone molto scure e molto luminose della scena. Con l’uso diffuso di LED per l’illuminazione anteriore e posteriore, nonché dei segnali stradali, la capacità LFM della piattaforma assicura che le sorgenti luminose lampeggianti non sembrino sfarfallare, cosa che può portare alla distrazione del conducente o, nel caso di sistema ADAS in funzione, alla errata interpretazione di una scena da parte degli algoritmi di visione.

La famiglia di prodotti Hayabusa dispone inoltre di funzionalità di sicurezza funzionali in tempo reale, compatibili con ISO26262, per avvisare il processore di sistema se un certo sensore ha problemi o fornisce indicazioni errate. Queste funzionalità consentono di ottenere un livello di certificazione pari ad ASIL-C. La funzionalità in tempo reale consente di identificare immediatamente gli errori anziché aspettare che l’immagine completa venga trasferita al processore e quindi attendere l’analisi delle immagini. Il tempo di risposta più veloce indica che il processore di sistema può intraprendere azioni immediate per risolvere il problema, che è fondamentale quando si considera che un veicolo che si muove su una superstrada copre facilmente 30 metri in meno di un secondo.

Il primo prodotto in questa famiglia, il sensore di immagine CMOS AR0233 da 2,6 megapixel (MP), è in grado di funzionare a 60 fps, offrendo allo stesso tempo una riduzione del flusso di sfocature dinamiche ultra-elevate e tutte le funzionalità della piattaforma Hayabusa. I campioni sono già disponibili.

www.onsemi.com

 

 

Arsenio Spadoni

Journalist, ElettronicaIn Publisher & Founder, Futura Elettronica Founder,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0