.

[ #ArduinoD18 ] IoT, LoRa, NB-IoT, SigFOX e l’MKR1200 di Mirko Ugolini


Arduino Day quest’anno sarà il 12 Maggio, e presso la sede di Futura AcademyElettronica In e Futura Elettronica festeggeremo l’evento con tutti i Maker.

Nell’aula corsi di futura.academy verranno tenuti dei talk curati dai nostri collaboratori, sarà inoltre allestita un’area espositiva dove chiunque potrà mostrare i propri lavori e le proprie competenze.

 

Mirko Ugolini

Ugolini-358x300 [ #ArduinoD18 ] IoT, LoRa, NB-IoT, SigFOX e l'MKR1200 di Mirko Ugolini

 

Sulla rivista Elettronica In e su questo Blog abbiamo spesso parlato di NB-IoT, LoRa e SigFox come soluzioni di connettività per IoT. 
Anche nella famiglia Arduino ci sono schede di questo tipo e pertanto abbiamo previsto una presentazione di queste tecnologie e della nuova MKRfox1200 all’interno dell’Arduino Day 2018 che si terrà nella nostra sede di Gallarate (VA). Mirko Ugolini è un nostro collaboratore e questo sarà il suo intervento su queste tecnologie:

Durante la presentazione faremo una breve panoramica sulle principali tecnologie disponibili per IoT: NB-IoT, Sigfox e LoRa evidenziando le principali caratteristiche delle stesse e campi di impiego. Ci soffermeremo sulla particolarità della tecnologia Sigfox e del suo protocollo (Ultra-Narrow Band). Fare il punto sulla tipologia dei servizi offerti da Sigfox e sulla copertura italiana e modiale. Parleremo del nuovo Arduino MKRFOX1200 nato per la rete Sigfox e delle sue caratteristiche salienti fino ad arrivare allo sketch di test “hello World sulla rete Sigfox”.

Ma ecco come Mirko è diventato un collaboratore della rivista Elettronica In:

Inizia tutto con la passione per i mattoncini. Passava giornate montando e smontando le sue creazioni. Ed in casa non si salvava nulla che avesse delle viti. Per la disperazione dei genitori.
Poi la svolta… I primi kit con dei motori elettrici. Si è aperto un modo! Dai mattoni al computer il passo fu breve. Oddio, si fa per dire. Il primo fu uno ZX81 di mister Sinclair, un baronetto di sua maestà che aveva il pallino per la tecnologia e per gli affari. Poi si sono avvicendati altri compagni di avventura in quelle sperimentazioni tecnologiche. Ad sostenere la passione, la formazione tecnica all’istituto industriale di Urbino come perito Elettronico: a quei tempi non era possibile frequentare ancora un corso di informatica ma nel tempo libero con degli amici si fiondava nella sala del computer dove era possibile mettere le mani su un P6060 della Olivetti che veniva usato ufficialmente per gestire gli orari dei professori ed ufficiosamente per soddisfare la curiosità di un gruppetto di Nerd in erba. Il laboratorio di elettronica dell’ITIS era un’altra meta molto ambita ed i prototipi venivano realizzati incidendo le basette con del cloruro ferrico. L’Arduino dell’epoca era il famigerato NE555 che si ritrovava in tutte le salse nei vari progetti e che fu anche oggetto del tema dell’esame di Maturità tecnica.
La passione dell’elettronica poi è maturata e intraprese la decisione di consolidarla con un corso universitario di Ingegneria all’università di Ancona, quando ancora i Personal Computer non se ne vedeva neppure l’ombra. A qui tempi andavano per la maggiore i terminali in condivisione ed il mainframe era un VAX9000. Erano ancora presenti alcuni lettori di schede perforate che usavano i meno fortunati laureandi in Ingegneria civile. Da lì a poco apparvero i primi PC IBM e fortunatamente la fila ai terminali VAX iniziò a scemare. Erano gli albori di internet e ancora la posta elettronica era una cosa oscura. La tesi si andava a farla revisionare al relatore con un faldone di fogli in mano. Poi i tempi per la rete maturarono e all’uscita dall’università iniziò a lavorare nei primi Internet Service Provider.
Si presentarono poi delle opportunità di lavoro come programmatore nell’ambito Internet che non si fece sfuggire e da allora il settore lavorativo è rimasto sempre quello legato alla rete. Si è occupato di programmazione in ambito Java con frame work Spring MVC e servlet. Partecipazione alla integrazione del Progetto P.E.O.P.L.E (Progetto Enti Online Portali Locali E-Government) Partecipazione alla integrazione della C.I.E. (Carta di Identità Elettronica) nei processi di autenticazione sul portale comunale. Attualmente si occupa di sviluppo di applicazioni Web con tecnologia ASP3,VB.NET, C#, Razor, con interfacciamento a dB MySQL, MSQL, e realizzazione di Webservices presso una prestigiosa agenzia Web.
La scoperta di Arduino ha però rinvigorito la passione per l’elettronica che era latente e la possibilità di interfacciarlo alla rete ha permesso di coniugare le competenze in ambito informatico ed elettronico.
Si è interessato alla realizzazione di sensori Low Power tramite micro Atmel Atmega328p e moduli tranchiver RFM69 ed attualmente si è interessato alla rete SigFox ed al mondo IoT.

 

 

 
Per seguire la presentazione di Mirko è necessario registrarsi all’evento utilizzando questo Form (affrettati, i posti sono limitati). La partecipazione è gratuita.

L’agenda completa è disponibile in questa pagina.

 

Call for Makers

Se sei un makers e hai realizzato un progetto che vorresti esporre nell’area espositiva compila questo Form. Se vorrai potrai anche tenere un intervento di 10 minuti per presentare il tuo progetto a tutta la community.

 

 

 

Per rimanere aggiornato sull’evento e su tutte le presentazioni, segui il nostro blog. Inoltre, non dimenticare di diffondere la parola sui social media usando l’hashtag #ArduinoD18!

Ci vediamo il 12 Maggio in Futura.Academy

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.