.

Texas Instruments sempre più leader nel mercato dei circuiti integrati analogici


Texas-420x300 Texas Instruments sempre più leader nel mercato dei circuiti integrati analogici

Nel 2017 i primi 10 fornitori hanno detenuto il 59% del mercato dei dispositivi analogici con ON Semiconductor che segna la crescita più forte.

Secondo uno studio di IC Insights, i primi 10 fornitori di circuiti integrati analogici hanno realizzato nel 2017 il 59% delle vendite di un mercato che globalmente vale 54,5 miliardi di dollari. Complessivamente le prime 10 società hanno messo a segno vendite per 32,3 miliardi di dollari di circuiti integrati analogici, con un incremento del 14% rispetto al 2016 quando le vendite delle stesse società prese in esame raggiunse i 28,4 miliardi di dollari. Sempre secondo questa ricerca, otto dei primi dieci produttori hanno superato il tasso di crescita del 10%.

Con vendite di dispositivi analogici pari a 9,9 miliardi di dollari e una quota di mercato del 18%, Texas Instruments si conferma ancora una volta leader di questo settore; nel 2016, la quota di mercato di TI era del 17%. Le vendite di dispositivi analogici della società sono aumentate lo scorso anno di circa 1,4 miliardi, con un incremento del 16% rispetto al 2016 e complessivamente sono state più del doppio di quelle messe a segno da Analog Devices che occupa il secondo posto in questa classifica. Le entrate “analog” di Texas Instruments del 2017 hanno rappresentato il 76% dei suoi 13 miliardi di vendite totali di Circuiti Integrati e il 71% dei suoi 13,9 miliardi di dollari di ricavi totali di semiconduttori.

IC_Insight-420x259 Texas Instruments sempre più leader nel mercato dei circuiti integrati analogici

Texas Instruments  è stata tra le prime aziende a produrre semiconduttori analogici su wafer da 300 mm; secondo TI la produzione di circuiti integrati analogici su wafer da 300 mm consente un risparmio del 40% rispetto all’utilizzo di wafer da 200 mm. Nel 2017, circa la metà delle entrate analogiche di TI è stata generata da dispositivi realizzati con wafer da 300 mm.

Analog Devices, che occupa il secondo posto della classifica, ha registrato nel 2017 un aumento del 14% di vendite di IC analogici, a quota di 4,3 miliardi. Le cifre di Analog Devices del 2016 e 2017 comprendono le vendite di Linear Technology, società che è stata acquistata all’inizio del 2017 da ADI per 15,8 miliardi di dollari.

NXP è l’unico produttore nella classifica dei top 10 che ha registrato lo scorso anno un calo (-1%) nelle vendite di dispositivi analogici. Una parte del declino delle vendite di NXP può essere attribuita alla vendita di un suo ramo d’azienda a un consorzio di investitori cinesi costituito da JAC Capital e Wise Road Capital. La transazione da 2,75 miliardi di dollari è stata completata nel febbraio 2017

Tra le 10 società in classifica, ON Semiconductor ha mostrato il maggior incremento di vendite analogiche nel 2017, con ricavi in ​​crescita del 35% a quota 1,8 miliardi, che rappresentano il 3% del mercato, dopo un aumento del 16% delle vendite di IC analogici nel 2016. Alcuni dei forti aumenti delle vendite negli ultimi due anni sono stati il ​​risultato dell’acquisizione di Fairchild Semiconductor da parte di ON Semi a settembre del 2016 per 2,4 miliardi. Il business analogico di ON è stato caratterizzato nel 2017 dalle vendite record dei suoi prodotti di gestione dell’energia per il mercato automobilistico, in particolare per la sicurezza attiva, il powertrain, body electronics e per le applicazioni di illuminazione.

 

Arsenio Spadoni

Journalist, ElettronicaIn Publisher & Founder, Futura Elettronica Founder,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.