Progettazione di un sistema di sicurezza Sub-1 GHz dal sensore al cloud

Un pensiero riguardo “Progettazione di un sistema di sicurezza Sub-1 GHz dal sensore al cloud

  • 23/06/2018 in 15:32
    Permalink

    Tutto bello, apparentemente.
    Peccato che il sistema spesso non implementi alcuna sicurezza (o al più una chiave statica, magari addirittura uguale per tutto l’impianto), anche perché nelle bande sub-1GHz la velocità di trasmissione è molto ridotta e non è consentito un duty-cycle elevato.
    Senza sicurezza non è possibile distinguere un vero report di allarme dal “buontempone” che inietta pacchetti malevoli per far credere che l’impianto non sia affidabile.
    Ma se si usa una qualche forma di sicurezza sono necessari report periodici per indicare anche la condizione di “tutto OK”, permettendo anche la pronta identificazione di un nodo fuori servizio. E questi report periodici aumentano il duty cycle (e i consumi), limitando quindi il numero di sensori gestibili.
    Ovvero non è poi così facile come sembrerebbe.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0