.

Anche FCA punta con decisione sull’elettrico (e sulle vetture autonome)


500elettrica-420x300 Anche FCA punta con decisione sull’elettrico (e sulle vetture autonome)

Il gruppo Fca investirà 9 miliardi euro sulle vetture elettriche e autonome nel quinquennio 2018-2022: una fetta importante, del totale di 45 miliardi complessivi previsti dal piano di investimenti. Lo ha comunicato lo stesso Sergio Marchionne, al Balocco, durante la presentazione del piano industriale dell’azienda per il prossimo quadriennio: segno che anche l’ex Fiat si è convinta che il futuro dell’automobile non può che essere elettrico. Portabandiera del nuovo che avanza sarà ancora una volta la 500, la cui versione elettrica sarà disponibile su tutti i marcati. FCA cesserà inoltre la produzione di veicoli con motori diesel al massimo entro il 2021, con l’esclusione dei veicoli commerciali.

Naturalmente ci saranno anche le versioni completamente elettriche o ibride di tanti altri modelli; Fca ritiene che in Europa e negli Usa il segmento elettrico arriverà a coprire il 15-20% entro il 2022.

Investiremo 9 miliardi di dollari per l’elettrificazione dei nuovi prodotti – ha affermato Marchionne -, perché una delle nostre priorità è la riduzione della nostra dipendenza dal petrolio. I motori diesel diventeranno molto più costosi e meno interessanti e prevediamo di attuare il ‘phase out’ entro il 2021”.

La Fiat 500 diventerà una City Car elettrica perché è il veicolo ideale per una soluzione pienamente elettrica – ha continuato Marchionne – Ci sarà il lancio di un nuovo modello, la Giardiniera, una piccola auto sempre della famiglia delle elettrificate, e si può ampliare il successo della Fiat Panda con una motorizzazione ecologica. Lo spazio per la Fiat in Europa verrà ridefinito, il marchio deve operare in un’area più esclusiva del mercato: city car e 500 sono aree in cui la Fiat può avere un ruolo, così come in America Latina.”

Sul piano produttivo è previsto il lancio di circa 30 modelli tra novità e restyling – dieci per Jeep, sette Alfa, sei Maserati, tre Ram e la famiglia delle 500. Nell’Alfa arriveranno le supercar 8C e Gtv, per la Maserati ci saranno la Alfieri, anche in versione cabrio, e un piccolo Suv, per la Jeep arriverà la Grand Wagoneer.

Intanto si fa sempre più stretta la collaborazione tra Fca e Waymo,  la controllata di Google che sviluppa automobili a guida autonoma, e che pochi giorni fa ha ordinato a Fca ben 62 mila minivan che  saranno impiegati come taxi senza conducente.

www.fcagroup.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.