Il primo Trusted Platform Module (TPM) al mondo per la sicurezza informatica delle auto connesse


OptigaTPM-420x300 Il primo Trusted Platform Module (TPM) al mondo per la sicurezza informatica delle auto connesse  

Infineon Technologies è il primo produttore al mondo di semiconduttori a introdurre sul mercato automobilistico un Trusted Platform Module (TPM), il nuovo OPTIGA TPM 2.0 che protegge la comunicazione tra il costruttore dell’auto e l’auto che diventa sempre più un computer su ruote. Alcune Case Automobilistiche hanno già adottato la soluzione OPTIGA TPM di Infineon.

TPM è una soluzione di sicurezza basata sull’hardware che ha già dimostrato il suo valore in ambito sicurezza IT. Usandolo, le Case Automobilistiche possono incorporare chiavi di sicurezza per assegnare i diritti di accesso, l’autenticazione e la crittografia dei dati in auto in modo protetto. Il TPM può anche essere aggiornato in modo che il livello di sicurezza possa essere mantenuto al massimo livello possibile per tutta la vita del veicolo.

Come un computer su ruote, l’auto connessa beneficia dell’esperienza del settore IT“, ha dichiarato Martin Brunner, esperto di sicurezza automobilistica presso Infineon. “Nella complessa interazione tra software, rete e cloud, l’hardware di sicurezza crea solide basi per comunicazioni sicure. Sostenuti dalla lunga esperienza di Infineon nel settore automobilistico e della sicurezza, abbiamo ottimizzato il TPM OPTIGA per applicazioni automobilistiche. È facile da integrare e aumenta notevolmente la sicurezza informatica, dalla produzione allo smaltimento delle vetture“.

Infineon ha un’esperienza decennale nell’elettronica automobilistica e nella sicurezza basata su hardware. Con il nuovo OPTIGA TPM 2.0 e la sua famiglia di microcontrollori AURIX, Infineon offre un portafoglio completo di soluzioni di sicurezza specifiche per le applicazioni che affrontano le principali sfide dell’industria automobilistica.

Comunicazione sicura per tutta la vita del veicolo

La mobilità del futuro comporta lo scambio di enormi volumi di dati. Le autovetture inviano informazioni sul traffico in tempo reale al cloud o ricevono aggiornamenti dal produttore “over the air”, ad esempio per migliorare il software in modo rapido ed economico. I mittenti e i destinatari di tali dati necessitano di chiavi di sicurezza crittografiche per autenticarsi. Queste importanti chiavi sono protette dagli attacchi informatici e fisici nel TPM OPTIGA come se fossero in una cassaforte.

Un altro delicato problema riguarda l’implementazione della prima chiave nel veicolo da parte dei produttori di automobili. Quando viene utilizzato il TPM, questo passaggio può essere eseguito nell’ambiente di produzione certificato di Infineon. Successivamente, le chiavi sono protette da accessi non autorizzati; non c’è bisogno di ulteriori precauzioni speciali di sicurezza lungo le varie fasi della catena distributiva.

Allo stesso modo il TPM genera, memorizza e amministra ulteriori chiavi di sicurezza per la comunicazione all’interno del veicolo. Inoltre, viene utilizzato per rilevare software e componenti difettosi o manipolati nel veicolo, avviando la risoluzione dei problemi da parte del produttore.

Mentre un veicolo ha una vita media di 12 – 15 anni, le caratteristiche e gli algoritmi di sicurezza continuano a essere sviluppati e potenziati continuamente. Il firmware del TPM può essere aggiornato tramite accesso remoto in modo che le procedure di sicurezza possano essere modificate e migliorate, inclusi i meccanismi crittografici (criptoagility).

Informazioni tecniche e disponibilità

Il nuovo OPTIGA TPM 2.0 SLI 9670 di Infineon è una soluzione plug & play per applicazioni automobilistiche. È particolarmente adatto per l’uso in un gateway centrale, nell’unità telematica o nel sistema di infotainment del veicolo.

Lo SLI 9670 è costituito da un chip di sicurezza resistente agli attacchi e un firmware ad alte prestazioni sviluppato in conformità con gli ultimi standard di sicurezza. Il firmware consente l’uso immediato delle funzionalità di sicurezza, quali crittografia, decrittografia, firma e verifica. Il TPM può essere integrato rapidamente e facilmente nel sistema grazie allo stack software open source (stack TSS) per il processore host, fornito anche da Infineon. Il dispositivo ha un’interfaccia SPI, un intervallo di temperatura esteso da -40 ° C a 105 ° C e gli algoritmi di crittografia avanzati RSA-2048, ECC-256 e SHA-256.

Il nuovo TPM è conforme allo standard TPM 2.0 Trusted Computing Group riconosciuto a livello internazionale, è certificato per la sicurezza secondo i criteri comuni ed è qualificato con lo standard automobilistico AEC-Q100.

OPTIGA TPM 2.0 SLI 9670 è già disponibile ed è prodotto in stabilimenti sicuri di Infineon in Germania e nelle Filippine.

www.infineon.com/Auto-TPM

 

 

Arsenio Spadoni

Journalist, ElettronicaIn Publisher & Founder, Futura Elettronica Founder,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.