Rivista #229: “MIT App Inventor, sesta puntata”


MITAppInventor229-640x457 Rivista #229: “MIT App Inventor, sesta puntata”

Sul fascicolo 229 (Ottobre 2018), attualmente in edicola, si conclude – con la sesta puntata – il Corso dedicato a MIT App Inventor, il tool di sviluppo per applicazioni Android creato dal MIT. In questa sesta e conclusiva puntata vengono analizzate le famiglie di componenti maps e connectivity e viene spiegato come pubblicare le app su Google Play.

Nella puntata precedente abbiamo proseguito lo studio e l’applicazione pratica dei componenti di MIT Appinventor, analizzando la famiglia di componenti drawing and animations, che ci permette di sviluppare applicazioni di gaming sui nostri dispositivi Android. Ricordiamo che i componenti sono gli elementi che  permettono di aggiungere funzionalità all’app in fase di sviluppo con App Inventor.

Ebbene, in questa puntata concludiamo il discorso e presentiamo due ulteriori famiglie di componenti, ossia maps e connectivity, e vediamo anche come attivare per pubblicare, sullo store Google Play, le app che abbiamo creato.

La famiglia di componenti Maps

App Inventor dispone della famiglia di componenti Maps, appositamente creati per lo sviluppo di applicazioni di geolocalizzazione e geofencing (applicazioni che sfruttano l’interazione tra una mappa e le informazioni ricavate dal sensore di localizzazione).

Non ci soffermeremo molto sulla descrizione di questi componenti in quanto non li utilizzeremo nell’esempio pratico presentato in questa puntata; ci limiteremo piuttosto a fornire una tabella riassuntiva che ne illustra le caratteristiche generali.

L’articolo prosegue con:

La famiglia di componenti connectivity

Activity Starter

Bluetooth Client/Server

Il componente WEB

Esempio Pratico

Pubblicare le app su google play

 

Conclusioni

In questa sesta e conclusiva puntata abbiamo visto le famiglie di componenti maps e connectivity, approfondendo tramite un esempio pratico un com Questa puntata completa la nostra panoramica su questo semplice ed efficace strumento di sviluppo per applicazioni Android e getta le basi per l’utilizzo di App Inventor quale complemento di vari dispositivi elettronici gestiti da app e progetti futuri che vi proporremo.

L’articolo completo è pubblicato sul numero 229, Ottobre 2018, acquistabile in tutte le edicole.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.