Tutti i vantaggi della prima architettura SoC FPGA RISC-V di Microchip

Nella nuova era del computing guidata dalla convergenza tra 5G, apprendimento automatico e Internet degli oggetti (IoT), gli sviluppatori embedded non possono fare a meno della ricchezza dei sistemi operativi basati su Linux. I quali debbono offrire prestazioni deterministiche in ambienti di progettazione sempre più limitati in termini di potenza e di temperatura ambiente, garantendo nel contempo elevati requisiti di sicurezza e affidabilità.

I system-on-chip (SoC) che integrano i tradizionali FPGA con hardware riprogrammabile ed elaborazione Linux forniscono agli sviluppatori dispositivi ideali su singolo chip per la personalizzazione; purtroppo queste soluzioni spesso consumano troppa energia, non offrono sufficienti livelli di sicurezza e affidabilità, o utilizzano architetture di elaborazione rigide e costose.

In risposta a queste esigenze, Microchip Technology tramite la sua controllata Microsemi, ha ampliato l’ecosistema Mi-V presentando l’architettura di una nuova classe di dispositivi SoC FPGA che combina la famiglia di FPGA PolarFire, di fascia media e col più basso consumo del settore, con un completo microprocessore basato sull’architettura RISC-V, aperta e senza royalty (ISA).

Annunciata al Summit RISC-V di Santa Clara, in California, la nuova architettura PolarFire SoC di Microchip garantisce funzionalità deterministiche di Asymmetric Multiprocessing (AMP) alle piattaforme Linux in un cluster multi-core coerente di CPU. L’architettura SoC PolarFire, sviluppata in collaborazione con SiFive, presenta un flessibile sottosistema di memoria L2 da 2 MB che può essere configurato come cache, scratchpad o memoria ad accesso diretto. Ciò consente ai progettisti di implementare applicazioni deterministiche embedded real-time all’interno di un completo sistema operativo per dare vita ad una varietà di sistemi IoT connessi, senza problemi di spazio o di natura termica.

L’architettura SoC PolarFire è una combinazione unica di bassa potenza, sicurezza e affidabilità in un dispositivo configurabile con real-time Linux“, ha affermato Bruce Weyer, vicepresidente della business unit Programmable Solutions di Microchip. “Accoppiato con il nostro robusto ecosistema Mi-V RISC-V e l’ampio portafoglio di soluzioni di sistema di Microchip, l’architettura SoC PolarFire offre ai clienti una piattaforma eccellente per soddisfare le prossime grandi sfide del computing“.

I SoC PolarFire includono funzionalità di debug esteso, compresi instruction trace, 50 breakpoint, passive run-time configurable Advanced eXtensible Interface (AXI) bus monitor, FPGA fabric monitor e logic analyzer integrato a due canali di Microchip SmartDebug.  L’architettura SoC PolarFire include caratteristiche di affidabilità e sicurezza come la single error correction and double error detection (SEC-DED) su tutte le memorie, protezione fisica della memoria, crittografia di sicurezza DPA (Differential Power Analysis (DPA), avvio sicuro defense-grade e memoria flash di avvio da 128Kb.

Quale piattaforma RISC-V completamente personalizzabile e programmabile, l’architettura SoC PolarFire offre ai progettisti la libertà di creare SoC innovativi basati su Linux in modi nuovi e interessanti che si possono adattare ai loro specifici requisiti.”, ha dichiarato il CEO di SiFive, Naveed Sherwami. “Sfruttando il core della CPU U54-MC di SiFive, leader di mercato, la soluzione SoC PolarFire consentirà ai progettisti di superare la sfida di costruire sistemi funzionanti in tempo reale con comportamenti prevedibili“.

Strumenti di sviluppo

Sia la valutazione che la progettazione con SoC PolarFire sono supportati dalla piattaforma di system modelling antmicro Renode, che è ora integrata in SoftConsole Integrated Design Environment (IDE) di Microchip per progettazione embedded mirata ai SoC PolarFire. Da subito è anche disponibile il kit di sviluppo SoC PolarFire costituito dal PolarFire FPGA-enabled HiFive Unleashed Expansion Board e HiFive Unleashed Development Board di SiFive, con il suo sottosistema per RISC-V. 

Come parte integrante dell’annuncio odierno, Microchip sta anche lanciando un nuovo Mi-V Embedded Experts Program, una rete di partner internazionali per assistere i clienti nella progettazione di hardware e software per SoC PolarFire. L’aggiunta di questo programma assicura supporto durante l’intero ciclo di vita dei prodotti del cliente e aiuta a dare una forte spinta ai progetti e a ridurne il time to market. Gli utenti hanno anche accesso al supporto tecnico diretto e, in anteprima, a componenti e nuove piattaforme di sviluppo.

Ulteriori informazioni sono disponibili qui oppure contattando:  Mi-V-EmbeddedPartner@microchip.com .

www.microsemi.com/polarfiresoc

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0