Le principali tendenze dell’industria automobilistica per il 2019

state-of-the-art-DLP-headlights-dm8959-TI_apertura-420x300 Le principali tendenze dell’industria automobilistica per il 2019

A fine anno è normale fare una riflessione su quanto è accaduto negli ultimi dodici mesi e più in generale negli anni precedenti; e se rivolgiamo la nostra attenzione all’evoluzione dell’automobile, non possiamo che provare una certa emozione per quanto è successo nell’ultimo decennio, sicuramente il periodo che ha segnato la trasformazione più profonda da quando sono apparse le automobili, oltre cento anni fa.

Mentre i veicoli autonomi ed elettrici continuano a guadagnare terreno, sicuramente le automobili del prossimo decennio saranno molto diverse dalle auto che circolano oggi sulle nostre strade.

In prospettiva sono quattro i temi più importanti che guideranno l’innovazione nel settore automobilistico nel 2019.

  • Cruscotto integrato
  • Elettrificazione del veicolo
  • Guida autonoma
  • Vettura connessa

Cruscotto integrato

Migliorare l’esperienza di guida inizia proprio dal posto di guida dove il conducente interagisce con una sorta di centro di comando, un cruscotto  integrato.

digital-cockpit_apertura-420x278 Le principali tendenze dell’industria automobilistica per il 2019

Secondo l’Harvard Health Watch, un automobilista può trascorrere fino a 38.000 ore della propria vita al volante. Egli, in ogni caso, sia che stia guidando, sia che – nel caso di vettura a guida autonoma – si stia rilassando, deve poter disporre di sedili confortevoli. Ecco perché, anche nel 2019, crescerà l’attenzione nei confronti dei sedili motorizzati con funzioni personalizzabili nonché del preciso controllo del clima all’interno dell’abitacolo.

I consumatori si aspettano anche interazioni più dinamiche col cruscotto e coi comandi. Nel 2019 il controllo gestuale sarà uno dei nuovi modi di interagire con i comandi della vettura.

L’evoluzione tecnologica dell’abitacolo coinvolge anche la sua natura acustica con le apparecchiature audio al top di gamma sempre più richieste, anche per i modelli base.

La scelta delle migliori topologie di potenza sarà ancora più importante per l’evoluzione dei moduli di controllo che migliorano le caratteristiche di comfort e praticità.

Nel white paper: System power architectures in body control modules di Texas Instruments vengono analizzate le architetture di alimentazione e i moduli di controllo che attivano le funzionalità dell’abitacolo della vettura, dall’illuminazione al riscaldamento, dal posizionamento dei sedili all’impianto di infotainment.

Elettrificazione del veicolo

Le normative governative di tutto il mondo stanno sfidando le capacità dei produttori di automobili di riconfigurare e immaginare nuovi propulsori al fine di ridurre le emissioni. Guardando al 2019 possiamo suddividere questo trend in tre parti:

  • Migliorare l’efficienza complessiva dei motori a combustione.
  • Elettrificare componenti meccanici per abilitare soluzioni ibride.
  • Progettare veicoli completamente elettrici.

Sensori più accurati e un più efficace trattamento degli scarichi miglioreranno il processo del motore a combustione.

La batteria standard a 12 V – sempre meno adatta alle nuove esigenze – sarà affiancata da un sistema a 48 V in grado di pilotare inverter di trazione e generatori elettrici per aiutare a ridurre le emissioni dei motori a combustione interna nelle vetture Mild Hybrid.

Per gestire i caricabatterie ad alta efficienza on-board, i pacchi batterie ad alta tensione, i convertitori DC / DC e i potenti inverter di trazione con tensione fino a 800 V, saranno necessari sistemi di isolamento affidabili.

All’aumentare della diffusione dei veicoli elettrici, aumenta la necessità di una ricarica più veloce; le innovazioni da seguire riguardano le stazioni di ricarica DC veloci fino a 350 kW nonché la carica induttiva, considerata una tecnologia abilitante per i servizi di trasporto autonomi.

A questo proposito, molto interessante risulta la lettura di questo white paper e del relativo reference design di TI: Bridging 12 V and 48 V in dual-battery automotive systems.

 6254.RSVP_1.png-1230x0.png-500x0-420x249 Le principali tendenze dell’industria automobilistica per il 2019

Guida autonoma

Più che la guida autonoma, nel 2019 continueremo a sperimentare avanzati sistemi di assistenza alla guida, funzionalità progettate per mitigare o prevenire errori umani e migliorare la consapevolezza del guidatore.

  • I sistemi di monitoraggio con telecamere (CMS) sostituiranno i tradizionali specchietti per ampliare la visione del conducente, con gli specchietti intelligenti sempre più comuni nei nuovi veicoli.
  • I sistemi di Sensor Fusion combinano le informazioni provenienti da telecamere, radar e sistemi ad ultrasuoni per migliorare le funzionalità di assistenza alla guida.
  • Le telecamere all’interno del veicolo continueranno a fare progressi, fornendo il monitoraggio del conducente per rilevare la posizione della testa e degli occhi, al fine di determinare sonnolenza o distrazione.

Per saperne di più, TI ha presentato il seguente white paper: Paving the way to self-driving cars with advanced driver assistance systems. 

Veicoli connessi

I veicoli moderni saranno collegati col mondo circostante così come lo è l’autista con il proprio smartphone. La guida intelligente diventerà la norma, con i veicoli che comunicano con il conducente, con le altre auto e con l’infrastruttura, col cloud e con i pedoni, fornendo ai passeggeri la connessione che ci si aspetta in questo scenario tecnologico.

Le soluzioni Vehicle-to-everything (V2X) continueranno a migliorare offrendo ai conducenti, ai passeggeri e alla vettura stessa la migliore connessione di sempre.

Nel 2019, un vincitore potrebbe emergere nella rivalità tra lo standard cellulare LTE guidato da 5GAA (C-V2X) e la comunicazione dedicata a corto raggio usando lo standard IEEE WiFi, 802.11p (DSRC).

Il 2019 dovrebbe chiarire quale standard si affermerà tra quelli in campo, ovvero quello cellulare (C-V2X), rafforzato dalla comparsa delle prime reti 5G, o quello che utilizza la rete WiFi dedicata 802.11p (DSRC, Dedicated Short Range Communication).

Gli smartphone diventeranno sempre più connessi con la vettura, in particolare abilitando l’accesso. Nel 2019, la tecnologia ToF (Time of FlighT) dovrebbe consentire di riconoscere in maniera sicura il proprio conducente.

Scopri di più sulla telematica nel blog: quattro considerazioni di progettazione per l’hardware telematico nell’auto connessa.

Anche per quanto riguarda la telematica, il blog di Texas Instrument offre ulteriori, interessanti spunti: Four design considerations for telematics hardware in the connected car.

Ulteriori risorse e reference design in ambito automotive sono disponibili qui.

Ora è il tuo turno: quali sono le innovazioni che ti aspetti di vedere in questo campo nel 2019?

 

A cura di Heinz-Peter Beckemeyer, Texas Instruments, Automotive Systems Director.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.