Ams introduce il sensore di distanza 1D più piccolo al mondo

Le caratteristiche del TMF8701 time-of-flight di ams includono elevata immunità alle interferenze provenienti dalla luce ambientale, campo visivo ristretto e insensibilità allo sporco.

ams presenta il più piccolo modulo integrato di misurazione della distanza 1 D al mondo basato su tecnologia time-of-flight. Questo tipo di sensore è ideale per implementare il rilevamento di presenza, ad esempio per attivare il funzionamento di un sistema di riconoscimento facciale quando il viso dell’utente entra nel raggio d’azione. Fornito in un package da 2,2 x 3,6 x 1,0 mm, il nuovo sensore TMF8701 può essere inserito negli smartphone con cornice stretta, consentendo ai produttori di cellulari di realizzare design di telefoni widescreen con un elevato rapporto schermo / corpo.

I produttori di smartphone sono chiari sugli inconvenienti dei sensori time-of-flight 1D di oggi: sono troppo grandi e le loro prestazioni si riducono notevolmente in condizioni di illuminazione avverse e quando lo schermo è sporco“, ha dichiarato Dave Moon, Senior Product Marketing Manager nella linea di business dei sensori ottici integrati di ams. “Il TMF8701 risolve tutti questi problemi, fornendo ai clienti un dispositivo con un ingombro ridotto che offre anche un eccezionale rifiuto di contaminazione e interferenze.

Il TMF8701 integra un emettitore di infrarossi VCSEL, più rilevatori di luce SPAD (single photon valaliodiode), un convertitore time-to-digital e un core di elaborazione dell’istogramma. Il dispositivo implementa on-chip tutti gli algoritmi di rilevazione di presenza, misurazione della distanza e rilevamento della prossimità basati sugli istogrammi.

Il TMF8701 identifica separatamente i riflessi da contaminazioni delle impronte digitali sullo schermo e riflessi ottici da oggetti oltre il vetro di copertura, come il viso dell’utente, mantenendo prestazioni affidabili anche quando l’apertura del sensore è sporca.

L’emettitore VCSEL Eye 1 Class Safe ha un’eccellente immunità alle interferenze della luce ambientale e produce misurazioni precise della distanza in tutte le condizioni di illuminazione: il modulo raggiunge una precisione del ± 5% quando si misura la distanza nell’intervallo 20-60 cm, in normali condizioni di illuminazione. Anche in condizioni di luce solare intensa (100klux), la precisione del ± 5% viene mantenuta a una distanza massima di 35 cm.

Il funzionamento a bassa potenza del TMF8701 – consuma solo 940μA in modalità di rilevamento di prossimità durante il campionamento a 10 Hz – lo rende il compagno ideale per il sistema di riconoscimento facciale di uno smartphone. Sempre acceso, fa scattare il sistema di riconoscimento facciale ad alta potenza per avviarsi quando il sensore ToF rileva la presenza di un oggetto fino a 60 cm dallo schermo del display.

La capacità di rilevamento può anche essere utilizzata per far scattare il display e il sistema di riconoscimento del volto per lo spegnimento quando si rileva una superficie riflettente ad una distanza di 0-10 cm dallo schermo.

La precisione delle misurazioni della distanza del TMF8701 supporta anche la funzione LDAF della fotocamera selfie (messa a fuoco automatica del laser), specialmente in condizioni di scarsa illuminazione.

Il sensore time-of-flight TMF8701 è già in produzione; il prezzo unitario è USD 2,60 per ordini di almeno 5000 unità. È anche disponibile un kit di valutazione.

www.ams.com/TMF8701

 

 

Arsenio Spadoni

Journalist, ElettronicaIn Publisher & Founder, Futura Elettronica Founder,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0