L’oscilloscopio R&S RTP raddoppia la banda fino a 16 GHz

Con l’introduzione dei nuovi modelli con larghezza di banda massima di 13 GHz e 16 GHz, la famiglia di oscilloscopi compatti ad alte prestazioni R&S RTP di Rohde & Schwarz copre le più svariate esigenze di debug e sviluppo dei progettisti elettronici con una serie completa di strumenti caratterizzati da un minimo di 4 GHz a un massimo di 16 GHz di banda passante.

Sono state inoltre aggiunte numerose funzionalità di misura avanzate che semplificano il debug su segnali seriali fino a 16 Gbps con clock integrato (CDR), la verifica della conformità dei segnali per memorie DDR4 e un riflettometro nel dominio del tempo.

In particolare, i nuovi modelli R&S RTP134 da 13 GHz e R&S RTP164 da 16 GHz supportano quattro canali da 8 GHz attivi contemporaneamente o due canali in modalità interlacciata alla rispettiva frequenza massima.

I nuovi modelli R&S RTP supportano tutte le funzionalità di misura e analisi già disponibili per gli oscilloscopi da 8 GHz, comprese l’elevata frequenza di campionamento ed elaborazione dei segnali, ad esempio per effettuare le operazioni di deembedding in tempo reale.

La banda passante del sistema di trigger digitale è stata anch’essa estesa a 16 GHz, per garantire la miglior precisione nel rilevare anche i più piccoli e intermittenti segnali. Infatti, gli oscilloscopi R&S RTP hanno la capacità di far scattare il trigger sui segnali elaborati in tempo reale con la funzione deembedding, oltre che mediante tutte le modalità di trigger tradizionali alla massima velocità.

Ideale per svolgere le attività di debugging su segnali differenziali ad alta velocità, il nuovo modulo matematico introdotto direttamente dopo il blocco funzionale che esegue il deembedding permette di eseguire la somma o la sottrazione di due segnali, oltre all’inversione o il funzionamento in modo comune.

Con gli oscilloscopi R&S RTP è ora possibile analizzare i dati seriali veloci con ritmi di trasmissione fino a 16 Gbps installando l’opzione di trigger su pattern seriali R&S RTP-K140/K141, che comprende la funzione hardware per il recupero del clock dal segnale. Il sistema di trigger supporta pattern fino a 160 bit di lunghezza, oltre che la decodifica dei segnali 8B/10B o 128B/132B. I diagrammi ad occhio per valutare l’integrità dei segnali durante le attività di debug, basati sul segnale di clock embedded, vengono creati nel giro di pochi secondi insieme alle rappresentazioni a istogramma dei vari eventi registrati.

Grazie alla nuova opzione R&S RTP-K93, gli oscilloscopi R&S RTP permettono di analizzare e verificare la conformità dei segnali usati nelle interfacce di memoria DDR4, DDR4L e LPDDR4, decodificando i segnali READ/WRITE e visualizzando fino a quattro diagrammi a occhio.

La nuova modalità I/Q attivabile tramite l’opzione R&S RTP-K11 converte i segnali modulati in flussi di dati I/Q che possono essere analizzati efficacemente, risparmiando la memoria di acquisizione e allungando di conseguenza il periodo massimo di eventi osservabili.

Gli oscilloscopi R&S RTP offrono ora anche le funzioni per effettuare le misure di un riflettometria nel dominio del tempo (TDR) e per effettuare misure di trasmissione (TDT) utili per caratterizzare le tracce dei circuiti stampati, cavi e connettori.

Anche l’offerta di sonde modulari della famiglia R&S RT-ZM di Rohde & Schwarz è stata potenziata con nuove punte intercambiabili adatte alla larghezze di banda più elevate, come il modello RT-ZM130 da 13 GHz e il modello RT-ZM160 da 16 GHz.

www.rohde-schwarz.com

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0