Melexis introduce un innovativo sensore di pressione per i sistemi EVAP nei veicoli ICE e ibridi

Il dispositivo MLX90821,  qualificato per tutte le applicazioni automotive, è in grado di  misurare una pressione relativa compresa fra i  50 e i 700 mbar.

Melexis annuncia il suo nuovo sensore di pressione relativa MLX90821, progettato per misurare valori di pressione molto bassi, tipici di numerose applicazioni nell’ambito automotive. Utilizzando la più recente tecnologia MEMS, strettamente integrata con una catena di trattamento del segnale analogica e digitale, l’MLX90821 è una soluzione integrata di tipo system-in-package per la misura della pressione (come ad esempio quella dei vapori generati dal combustibile) compresa fra i 50 e i 700 mbar. Questo range di misurazione rende quindi il MLX90821 particolarmente adatto per i sistemi EVAP impiegati nei motori a combustione interna o nei i veicoli ibridi.

Effettuare il rilevamento della pressione del vapore del combustibile mediante i cosiddetti sistemi EVAP (ad evaporazione) è sempre più importante per le case automobilistiche, poiché sempre più aree del mondo hanno introdotto legislazioni severe che vietano il rilascio di detti vapori nell’atmosfera. I sistemi EVAP sono progettati per catturare, immagazzinare e smaltire il vapore che si accumula progressivamente all’interno dei serbatoi di carburante e dei basamenti dei motori, impedendo la fuoriuscita nell’ambiente circostante. I sensori di pressione che possono operare a pressioni molto basse, come il MLX90821, costituiscono una parte essenziale di questi sistemi, in quanto sono in grado di rilevare anche le perdite più piccole che possono potenzialmente apparire in qualsiasi punto del sistema.

L’MLX90821 è un sensore di pressione relativa che possiede la portata, l’affidabilità, la stabilità e la precisione per supportare i sistemi EVAP sia per la combustione interna che per i motori ibridi“, ha commentato Laurent Otte, Responsabile della Linea di Prodotti Sensori di Pressione presso Melexis. “Questo sensore offre ai principali produttori di componenti e di moduli la possibilità di sviluppare un’unica soluzione per entrambi i tipi di motore, utilizzando un circuito integrato calibrato in fabbrica, che tuttavia può anche essere personalizzato per ogni singola applicazione. Il suo package robusto e facile da sigillare è certificato per funzionare tra i -40°C e i 150°C e viene fornito con il supporto PPAP completo.

La misura della pressione di vapore del combustibile è ancora più complessa nei veicoli ibridi, e ciò crea la domanda di soluzioni di rilevamento più performanti. Inoltre, poiché i sistemi EVAP possono richiedere l’utilizzo di sensori di pressione, sia nei motori a combustione interna (ICE) che nei veicoli ibridi, la flessibilità e la semplicità di progettazione sono fondamentali.

Il sensore MLX90821, inoltre, ha dimensioni estremamente contenute tali da poter essere utilizzato all’interno di moduli di qualsiasi dimensione, e grazie all’alto livello di integrazione fornito dall’approccio system-in-package il suo utilizzo e la relativa progettazione sono estremamente semplici, permettendo ciò che è possibile definire un approccio ‘plug and play’.  Offrendo sia le uscite analogiche che l’uscita digitale basata sul protocollo SENT, il componente offre la più ampia flessibilità e l’opportunità di aggiungere messaggi diagnostici e di effettuare una calibrazione personalizzata. L’MLX90821 offre inoltre numerose funzionalità diagnostiche sul funzionamento del componente e del sistema in cui viene utilizzato, permettendo di soddisfare le severe specifiche del settore automotive.

In sensore viene fabbricato utilizzando un processo che prevede l’implementazione dell’elemento sensibile sul back-side del chip stesso, consentendo quindi di esporre il sensore al vapore o a altri elementi da misurare e fornendo al contempo una protezione robusta contro i contaminanti che possono essere presenti nei sistemi automotive, come ad esempio i sistemi di recupero dei vapori del carburante. La parte CMOS del sistema è stata sviluppata per assicurare la massima flessibilità di utilizzo e progettazione, inoltre l’intero sensore offre livelli eccezionalmente elevati di protezione e di immunità alle EMC.

Ogni sensore è calibrato durante le fasi finali della produzione, con la curva di trasferimento della pressione e i livelli di saturazione memorizzati nell’EPROM interna. Il valore della misura è fornito attraverso l’uscita analogica raziometrica o tramite l’uscita SENT, che può contenere anche informazioni opzionali relative alla misura della temperatura del sistema fornite da un eventuale NTC esterno.  Ulteriori configurazioni sono possibili utilizzando i tool software forniti e supportati da Melexis.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0