Il CES 2020 diventa più sexy

Nonostante il Consumer Show di Las Vegas abbia sempre avuto dei richiami sessuali (non fosse altro per le tante standiste discinte), quest’anno la Consumer Technology Association (CTA) che gestisce l’evento di gennaio, ha annunciato che includerà specificamente “prodotti sessuali basati sulla tecnologia” nell’area Health & Wellness di Eureka Park, in un progetto di prova della durata di un anno.

Dopo le polemiche dell’anno scorso relative al sexy toy femminile Osé con premi assegnati e poi ritirati, e al quale alla fine è stato assegnato un premio per l’innovazione robotica, l’Organizzazione ha voluto mettere dei paletti ben precisi ai prodotti esposti.

Il CES 2020 includerà prodotti sessuali basati sulla tecnologia su un periodo di prova di un anno“, si legge in un comunicato stampa “come parte della categoria di prodotti Health & Wellness o nell’area Eureka Park. I prodotti devono essere innovativi e includere tecnologie nuove o emergenti per qualificarsi.”

L’aggiornamento delle regole cita anche le modifiche al codice di abbigliamento di quanti effettueranno le presentazioni (… qualcosa di molto preoccupante dato il potenziale argomento di alcuni stand); il codice stabilisce che non sia possibile indossare abiti “che rivelano sessualmente” le forme del corpo, inclusi i capi superaderenti,  indipendentemente dal sesso.

CTA ha anche annunciato una nuova iniziativa volta a promuovere la parità di genere in collaborazione con The Female Quotient.

Per quanto riguarda il resto, sono veramente poche le modifiche alla struttura del CES 2020, che mantiene inalterate le location e le tecnologie proposte. D’altra parte è impensabile che in un solo anno vengano a maturazione tecnologie dirompenti, caso mai si tratta di seguire passo-passo gli sviluppi sui vari fronti, segnalando i progressi più significativi. Quest’anno il CES si svolgerà da martedì  7 gennaio a domenica 10 con l’esposizione e le conferenze che coinvolgeranno il Las Vegas Convention and World Trade Center (LVCC) e il Sands Expo, oltre ad una decina di Hotel tra i quali il Venetian e l’Aria.

Nessuna tecnologia innovativa mancherà al CES: 5G, IoT, pubblicità, automotive, block chain, salute e benessere, robotica eccetera. Saranno oltre 4.400 le aziende espositrici (tutti i brand più importanti con l’eccezione di Apple) mentre il programma di conferenze prevede oltre 250 sessioni; al CES2020 sono attesi 182.000 visitatori provenienti da 160 paesi.

Non mancheranno le start-up, con la presenza italiana in continua crescita forte soprattutto nelle aree Mobility, Industry 4.0, FashionTech, Smart Transportation, Automotive, BioTech/MedTech, AgroTech/FoodTech. 

Quasi tutte presenti anche le Case di semiconduttori: Texas Instruments, AMD, Intel, Samsung, Analog Devices, Qualcomm, Microchip, STMicroelectronics, ecc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0