I primi 30 anni di SPS

 

Nonostante la non felice situazione congiunturale, SPS si conferma la manifestazione di riferimento per il settore dell’automazione industriale, in prima linea nel supportare la trasformazione verso il digitale e la Fabbrica 4.0.

Il leggero calo nei numeri – 63.708 visitatori contro 65.770 (-3%), 1.585 espositori contro 1.631 (-3%) e 135.500 mq di superficie espositiva contro i 136.000 mq (- 0.03 %) – è stato sicuramente compensato dalla qualità dell’offerta fieristica, sia in termini di prodotti e sistemi innovativi che di offerta convegnistica.

D’altra parte bisogna considerare che in Germania l’autunno è un mese ricco di manifestazioni di tipo industriale e qualche piccola erosione nei numeri (specie sul fronte delle aziende italiane) lo ha sicuramente prodotto il crescente successo di SPS Italia. Un’analisi più approfondita dei numeri sarà possibile tra qualche mese quando saranno disponibili cifre più dettagliate. 

Oltre alla loro grande forza innovativa, gli espositori ai propri stand hanno presentato numerosi nuovi prodotti e soluzioni per le sfide di oggi e di domani.

Vorremmo in particolare sottolineare la presenza e le offerte dei produttori di semiconduttori che offrono la tecnologia di base utilizzate dalle industrie manifatturiere per creare propri macchinari e impianti.

Ad esempio Qualcomm e Bosch Rexroth hanno presentato una dimostrazione di device industriali che utilizzano la tecnologia time-sensitive networking (TSN) su rete 5G.

Il time-sensitive networking è una tecnologia fondamentale per abilitare l’automazione industriale e avere la capacità di implementare il TSN su una rete 5G permetterà di ottenere una maggiore flessibilità all’interno dei comparti produttivi,” ha commentato Yongbin Wei di Qualcomm.

La nostra piattaforma ctrlX Automation permetterà ai produttori di macchinari industriali di scegliere tra una connessione industriale Ethernet in tempo reale o una comunicazione wireless 5G in tempo reale a seconda delle loro esigenze – senza dover cambiare l’applicazione della macchina. Tutto ciò è reso possibile grazie alla nostra stretta collaborazione con Qualcomm Technologies.” ha affermato Gunther May di Bosch Rexroth AG.

Sempre a proposito di reti TSN, Renesas ha presentato il dispositivo R-IN32M4-CL3 che aiuta lo sviluppo delle reti Ethernet TSN di prossima generazione unendo, senza soluzione di continuità, IT e OT. Questo dispositivo supporta CC-Link IE Time Sensitive Networking (TSN), uno standard di comunicazione per la tecnologia Ethernet TSN di nuova generazione.

Uno dei primi dispositivi a supportare CC-Link IE TSN, R-IN32M4-CL3 soddisfa la rigorosa specifica di sincronizzazione tra applicazioni, inferiore ad un milionesimo di secondo, rendendo immediatamente possibile il supporto TSN per applicazioni quali servo motori AC, attuatori e sensori di visione che richiedono un tempo di risposta di controllo estremamente veloce, così come controlli I/O remoti ampiamente utilizzati nella comunicazione di rete. Di conseguenza, gli utenti sono in grado di realizzare un controllo del movimento ad altissima velocità e ad alta precisione.

Sempre Renesas Electronics ha presentato il dispositivo ASSP (Application Specific Standard Product) ASI4U-V5. Si tratta del primo dispositivo sul mercato in grado di implementare in tutte le sue parti lo standard ASi-5 (Actuator Sensor Interface specification version 5) per le reti industriali. Lo standard ASi-5 offre prestazioni e funzionalità superiori rispetto al precedente standard ASi-3 come ad esempio un tempo di ciclo di soli 1,27 ms, una lunghezza del cavo che può raggiungere i 200 metri e la possibilità di collegare fino a 96 dispositivi per ogni segmento.

NXP ha messo in mostra la piattaforma EdgeVerse, che alimenta le innovazioni in una vasta gamma di settori, unitamente al portafoglio di componenti per l’Edge Computing e Security in ambito industriale, apprendimento automatico e sistemi di comunicazione industriale.

Tra le demo esposte un sistema TSN per la connettività industriale basato sul processore di applicazioni LS1028A oltre ad un sistema con NTAG5.

Analog Devices (ADI) ha lanciato il suo primo portfolio di soluzioni per l’Industrial Ethernet, per affrontare le sfide di comunicazione nell’ambito di Industria 4.0, delle Smart Factory e della trasformazione digitale. Questo nuovo portfolio copre una gamma di tecnologie Industrial Ethernet innovative per la realizzazione di soluzioni di connettività Ethernet robuste e scalabili che permetteranno di far progredire lo stato dell’arte in termini di edge connectivity, integrazione dei dati, sincronizzazione e interoperabilità dei sistemi. Progettato sia per le reti industriali di oggi che per i sistemi basati su TSN di domani, questa gamma di soluzioni fornirà la flessibilità, la scalabilità e la velocità per supportare virtualmente qualsiasi topologia e architettura di rete

Analog Devices ha anche presentato l’ADIN1300, l’ultima tecnologia sviluppata per la gamma di soluzioni Ethernet industriali ADI Chronous. Le soluzioni Ethernet ADI Chronous comprendono una serie di tecnologie Ethernet industriali avanzate, tra cui switch Ethernet in tempo reale, transceiver PHY e protocol processing, per completare l’offerta dei prodotti di interfaccia di rete.

Infine STMicroelectronics ha presentato alcuni dei suoi ultimi prodotti e soluzioni per Industry 4.0. Numerose le demo, tra queste:

  • Monitoraggio delle condizioni e manutenzione predittiva
  • Motion control per motori trifase
  • Soluzioni di connettività wireless
  • I / O digitali e transceiver IO-Link
  • Elaborazione ad alte prestazioni con microcontrollori STM32

Particolarmente affollate le visite guidate sugli argomenti machine learning e AI, manutenzione predittiva, industrial security nella produzione ed ecosistemi cloud; i tour hanno consentito di fornita una panoramica completa sulle innovazioni e sui prodotti esporti nelle aree tematiche speciali dove è stato anche possibile sperimentare casi d’uso reali.

Grande soddisfazione tra gli espositori; tra questi Steffen Winkler di Bosch Rexroth ha affermato: “Non c’è nessuna altra mostra in cui teniamo discussioni così approfondite, in cui nascono così tante idee concrete e vengono lanciati progetti comuni. La digitalizzazione sta guidando tutte le aree della nostra vita a un ritmo rapidissimo e offre nuovi sviluppi tecnologici ogni anno. SPS ha anticipato queste tendenze ed ha tenuto il passo con questi progressi, ed è proprio per questo motivo che la manifestazione continua ad essere apprezzata e a riscuotere tanto successo.

La prossima edizione di SPS è in programma per il 26-28 Novembre 2020 sempre a Norimberga.

 

 

 

Arsenio Spadoni

Journalist, ElettronicaIn Publisher & Founder, Futura Elettronica Founder,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0