“Connecting Embedded Intelligence”: il tema al centro della Conference di embedded world 2020

embedded world 2020 (Norimberga, 25-27 Febbraio) è sempre più vicina, come conferma il programma delle conferenze che è già disponibile online. Il tema di quest’anno “Connecting Embedded Intelligence” chiarisce subito dove punteranno i riflettori della manifestazione.  Manifestazione che, ad oggi, ha superato le prenotazioni di spazi della precedente edizione.

Anche le aspettative per l’”electronic display conference” sono altrettanto positive, con la Conferenza che esplorerà le ultime novità relative agli OLED, ai touch screen e a molto altro ancora.

Luogo di incontro globale per il mondo embedded, l’embedded world conference non potrà che occuparsi delle ultime tendenze in questo campo, ad iniziare dall’apprendimento automatico e dall’intelligenza artificiale.  

Grazie a una rete capillare, ora abbiamo accesso a enormi quantità di dati che possono essere analizzati ed elaborati per determinare strategie appropriate.  La fase di elaborazione dati on site e il successivo invio al cloud sarà uno degli argomenti chiave di discussione durante la conferenza come, appunto, recita il motto “Connecting Embedded Intelligence”.

Ma la Conferenza dedicherà anche molta attenzione a quegli argomenti tipici che rimangono sempre al centro dell’attenzione e non perdono mai rilevanza. Tra questi, l’architettura hardware e software, alla continua ricerca di un punto di equilibrio tra pressione sui costi, innovazione, qualità e affidabilità. Un altro argomento sempre al centro dell’interesse è l’”Internet of Things”; nessun altro tema della Conference ha attratto così tanti abstract.

Nel complesso, il programma 2020 è suddiviso in dieci cluster di conferenze:

  1. Internet of Things
  2. Connected Systems
  3. Embedded OS
  4. Functional Safety & Security
  5. Hardware
  6. Software Engineering
  7. Embedded Vision
  8. Intelligent Systems
  9. Embedded HMI & GUI
  10. System-on-Chip

I singoli cluster sono costituiti da sessioni e lezioni. Le sessioni durano una mattina o un pomeriggio e consistono principalmente in una presentazione di mezz’ora. Le lezioni sono limitate a gruppi più piccoli e sono simili ai corsi di formazione, in cui i partecipanti possono affrontare un argomento in dettaglio e spesso completare l’esperienza con esercizi pratici su computer o su sistema di sviluppo a microprocessore.

Le keynote

Un aspetto importante dell’embedded world conference riguarda le keynote del primo giorno, che possono essere seguite da tutti i visitatori della fiera gratuitamente. Il relatore sarà Hassane El-Khoury, CEO di Cypress e grande esperto del settore. Il 25 febbraio 2020 parlerà dell’interazione tra uomo e macchina con la combinazione dell’”Internet of Things” e delle tecnologie intelligenti che potrebbe cambiare l’interazione tra gli esseri umani e il mondo, in misura ancora più profonda rispetto a quanto prodotto dagli smartphone. Mentre l’intelligenza artificiale apprende le preferenze e i comportamenti degli esseri umani e si adatta a loro, El-Khouri prevede persino la possibilità di una “estensione dello spirito umano”. Gli effetti risultanti si faranno sentire nel mondo dell’automobile, nell’industria, nella medicina, nelle città e nelle case intelligenti. 

Argomenti in dettaglio

Le presentazioni nei vari cluster tematici sono di grande attualità e si estendono ben oltre i dieci cluster di conferenze.

  1. Le presentazioni nella traccia “Internet of Things” sono dedicate alle piattaforme IoT, sistemi di sicurezza, database per applicazioni distribuite, confronti tra cloud computing, edge computing e fog computing.
  2. Nella traccia “Connected Systems“, l’attenzione sarà focalizzata sulle tecnologie di comunicazione, wireless e cablata. In questo contesto, “Ethernet a singola coppia” affronterà uno degli sviluppi più recenti con l’evoluzione del TSN (time sensitive networking) e il suo utilizzo pratico. Nell’area wireless, dopo le reti locali a bassa potenza (LPWAN), l’interesse principale è per le innovazioni relative alle nuove funzioni Bluetooth basate sulla posizione e alle cosiddette Cellular Campus Network 5G.
  3. Sistemi operativi embedded: in una sessione sui principi di base, i partecipanti impareranno come funzionano i sistemi operativi in ​​tempo reale nell’era multi-core. Altri argomenti chiave includono Linux, la tecnologia container, la virtualizzazione e come il sistema operativo può aiutare a garantire la sicurezza dei sistemi. Questo cluster è completato da tre classi su argomenti relativi all’OS.
  4. Sicurezza funzionale: per molti sistemi embedded, la sicurezza funzionale e la protezione dagli attacchi al sistema sono prerequisiti assoluti. Le presentazioni in questo cluster coprono questioni come gli sviluppi dell’architettura per sistemi con componenti funzionali critici e non critici e le ultime modifiche ai principali standard di sicurezza. Si tratta di un cluster particolarmente interessante, specialmente nell’era delle reti neurali nel contesto della sicurezza funzionale. Un altro argomento chiave è la sicurezza dei sistemi di micro-controller per proteggerli sia dagli attacchi informatici che dalla clonazione. In considerazione degli sviluppi raggiunti dall’informatica quantistica, la domanda fondamentale è se e come un sistema embedded possa essere protetto dagli attacchi degli hacker.
  5. Le presentazioni nella traccia “Hardware” sono diverse quanto l’hardware stesso. L’ampia gamma di argomenti include memorie flash e la loro affidabilità, il problema del risparmio energetico, il trasferimento dei dati e l’architettura RISC-V, sempre più utilizzata. Questa panoramica è completata da alcuni interessanti esempi applicativi.
  6. Ingegneria del software: man mano che il software si fa strada in applicazioni sempre più complesse, la qualità, l’affidabilità e la sicurezza dei sistemi integrati stanno assumendo un ruolo sempre più importante. Ciò può essere garantito da numerose misure mirate che coprono l’intero processo di sviluppo di sistemi sicuri e affidabili. In questo contesto, la progettazione del processo di sviluppo, dalla registrazione e documentazione dei requisiti alla modellizzazione del sistema e alla rilevazione di errori mediante analisi e test altamente efficienti, è di fondamentale importanza. Tutti questi importanti aspetti saranno affrontati nel corso della conferenza. Un’intera giornata sarà dedicata alla fase di programmazione, con particolare attenzione agli standard di codifica come MISRA, che è stato specificamente sviluppato per garantire la qualità del software.
  7. Embedded Vision: grazie all’integrazione e alla miniaturizzazione, i sensori di immagine e il software di elaborazione delle immagini si fondono in sistemi sempre più compatti. Le presentazioni in questo cluster, che sono state selezionate in collaborazione con il VDMA, mostrano come questi sistemi svolgono un ruolo importante, in particolare per l’apprendimento automatico.
  8. Sistemi intelligenti: nel prossimo futuro ci imbatteremo sempre più in sistemi tecnici che non solo funzionano secondo il modo in cui sono stati programmati per reagire in un contesto completamente prevedibile e calcolato, ma rispondono anche a situazioni differenti. Ciò significa che le macchine prenderanno decisioni in situazioni che non sono state simulate in precedenza. Questa traccia prenderà in esame le ultime tendenze e architetture di sviluppo nei sistemi embedded (ad es. AI su FPGA) e come soluzioni eterogenee con connessioni cloud ad alte prestazioni.
  9. HMI e GUI integrati: vengono offerti anche sistemi integrati con GUI sempre più sofisticate. Tuttavia, gli sviluppatori di software a volte non sono i migliori progettisti per un’interfaccia intuitiva. Questa sessione intende colmare questo divario.
  10. La traccia “System-on-Chip” esplora molti aspetti hardware e di progettazione per FPGA programmabili e SoC. Dalla bozza alle architetture di verifica alla catena di fornitura, le sessioni del SoC tratteranno tutti gli aspetti di questo argomento.

Partner importanti

Per garantire la pertinenza e valutare il programma delle sessioni, il comitato direttivo di embedded world collabora con le organizzazioni coinvolte nei vari campi embedded. L’embedded word conference 2020 è supportata dalle seguenti organizzazioni:

  • Bluetooth ISG,
  • MISRA (Motor Industry Software Reliability Association),
  • prpl Foundation,
  • RISC-V Foundation,
  • Trusted Computing Group (TCG),
  • VDMA (German Mechanical Engineering Industry Association)

“embedded world conference si è evoluta fino a diventare il più grande ed importante evento al mondo sulle applicazioni per sistemi embedded. Tutto ciò subirà un importante impulso nel 2020 grazie ad un programma convegnistico senza pari nella sua ampiezza e profondità, con circa 267 presentazioni di esperti internazionali in 48 sessioni e 14 classi“, afferma il professor Axel Sikora dell’Università di Offenburg, presidente di embedded world conference.Quest’anno, un ruolo chiave saranno gli argomenti di embedded intelligence relativi a potenziali architetture e soluzioni, e alle sfide associate. Ma anche le tracce tecniche sugli argomenti tradizionali continueranno a essere sviluppate intensamente“, aggiunge Sikora.

Il programma, con abstract e informazioni sui relatori, è ora disponibile online all’indirizzo: www.embedded-world.eu dove è anche possibile registrarsi alla singola conferenza.

 

“Electronic displays conference” offre sessioni di alto livello

La Conference sui display elettronici è senza dubbio la più importante piattaforma B2B europea per le tecnologie di visualizzazione ed è animata da relatori di alto livello per partecipanti altrettanto esperti. La Conference rappresenterà la forza innovativa e il dinamismo del settore dei display e garantirà ai partecipanti alcune importanti informazioni sul futuro e sulle tecnologie di domani. L’attenzione si concentrerà sulla condivisione delle informazioni e sul dialogo professionale di alto livello tra delegati e relatori“, afferma il professor Karlheinz Blankenbach dell’Università di Pforzheim, Presidente del comitato consultivo della Conferenza.

La conferenza del 2020 dimostrerà ancora una volta come i display siano una componente chiave dei sistemi embedded. “Anche quest’anno, il comitato consultivo ha esaminato un gran numero di proposte prima di effettuare la scelta per il programma 2020. I professionisti del settore sapranno valutare sicuramente in maniera positiva l’alto livello delle presentazioni. Il ponte tra la teoria e la pratica sarà poi riportato in vita nell’area di visualizzazione nei padiglioni espositivi 1 e 3”, continua Blankenbach.

Il 26 e 27 febbraio 2020, sviluppatori, ingegneri o semplici utilizzatori di display elettronici scopriranno ancora una volta le ultime tecnologie di visualizzazione, dagli LCD ai micro-LED, touchscreen, collegamenti ottici, sistemi di visualizzazione e display per autoveicoli.

I punti salienti del 2020 saranno le varie sessioni sui display automobilistici, le tecnologie di misurazione del display, l’ottimizzazione, AR / VR e GUI / HMI nonché applicazioni speciali. Le interviste post-sessione ai relatori – nel frattempo diventate una tradizione – offrono una grande opportunità per discutere il contenuto delle presentazioni tra poche persone. I display non sono solo un argomento chiave della conferenza; sono anche una caratteristica di spicco nelle sale espositive. L’area display nei padiglioni 1 e 3 garantisce una vetrina per le ultime tecnologie LCD, OLED, ePaper, touch, interfacce, soluzioni di visualizzazione e molto altro ancora.

Ulteriori informazioni sul programma “Electronic displays conference” sono disponibili al link:

www.electronic-displays.de

 

 

 

Arsenio Spadoni

Journalist, ElettronicaIn Publisher & Founder, Futura Elettronica Founder,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0