Nasce il primo gruppo europeo della fotonica grazie al successo dell’OPA di AMS su OSRAM

AMS ha annunciato oggi che è stata raggiunta la soglia minima di accettazione del 55% per la sua offerta di acquisizione interamente in contanti per OSRAM Licht AG, annunciata il 7 novembre 2019.

Il periodo in cui le accettazioni possono continuare ad essere prenotate nell’Offerta continua fino a lunedì 9 dicembre 2019 e i risultati finali dell’Offerta saranno pubblicati martedì 10 dicembre 2019.

Siamo lieti di annunciare che siamo riusciti a raggiungere la soglia minima di accettazione nella nostra offerta per OSRAM“, afferma Alexander Everke, CEO di AMS. “Desideriamo ringraziare gli azionisti di OSRAM per aver riposto la loro fiducia in noi e aver compreso la convincente logica strategica e industriale della transazione. Non vediamo l’ora di creare un leader globale con sede in Europa nelle soluzioni di sensori e fotonica attraverso la combinazione di ams e OSRAM. Su questo obiettivo condiviso, lavoreremo a stretto contatto con il team di gestione OSRAM e tutte le parti interessate di OSRAM e AMS per rendere la combinazione un successo clamoroso e creare un forte percorso per OSRAM e AMS. Gli azionisti OSRAM che non hanno ancora offerto le loro azioni possono ancora farlo durante il periodo di accettazione aggiuntivo, che termina il 24 dicembre 2019.”

A seguito della riuscita offerta di acquisizione di AMS per OSRAM, nasce un campione della fotonica e dei sensori di livello mondiale“, ha affermato Olaf Berlien, CEO di OSRAM Licht AG.

Ulteriori passi per attuare la transazione dovrebbero iniziare nel prossimo futuro con AMS che si aspetta la chiusura della transazione nella prima metà del 2020

Ci sarà anche un “ulteriore periodo di accettazione” fino al 24 dicembre, durante il quale sarà possibile aderire all’offerta.

Una prima offerta di AMS allo stesso prezzo di 41 euro per azione Osram era fallita in ottobre in quanto non aveva raggiunto il livello minimo richiesto del 62,5% delle azioni. Ora, con l’asticella fissata al 55%, sembra che l’acquisizione sia finalmente andata in porto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0