L’Internet of Things arriva alla LIUC: incontro con Flavio Bonomi, il paladino del Fog Computing

Non è pensabile che i miliardi di oggetti che tra qualche anno saranno connessi in rete dialoghino direttamente con i grandi centri di calcolo e storage del cloud: c’è bisogno di un livello intermedio, in grado di interpretare linguaggi… continua a leggere Leggi il seguito