N. 114 – Gennaio 2007

6,00

Svuota

Collaboratori cercasi.
Per qualsiasi rivista specializzata, da quelle di elettronica a quelle di filatelia, da quelle di informatica a quelle di fotografia, l’apporto fornito dai collaboratori esterni rappresenta una vera e propria linfa vitale. Solamente quanti – tutti i giorni – per lavoro, studio o ricerca, hanno occasione di confrontarsi nel mondo reale con nuove tecnologie e nuovi componenti, sono in grado di realizzare progetti, articoli e corsi che possano suscitare l’interesse dei lettori. Per questo motivo anche noi siamo da sempre alla ricerca di collaboratori che possano mettere le proprie conoscenze a disposizione di tutti i nostri lettori e, in generale, quanti si propongono di collaborare con noi sono sempre ben accetti. Per collaborare con una rivista, oltre ad avere qualcosa di interessante da proporre dal punto di vista dei contenuti, è anche necessario essere in grado di esprimersi in maniera corretta, seguendo un filo logico e, soprattutto, saper scrivere in italiano. Noi non siamo né una rivista culturale né un magazine a grande tiratura, ma per comunicare utilizziamo la lingua italiana in forma scritta. Purtroppo, sempre più spesso, chi si propone come collaboratore, se da un lato è in grado di fornire progetti e spunti interessanti, dall’altro lato presenta gravissime lacune per quanto riguarda la stesura dei testi con errori che, una volta, neppure gli alunni delle elementari commettevano. Carenze della scuola d’oggi? Scarsa propensione alla lettura? Cattivi esempi (TV e quant’altro)? Probabilmente tutto un po’. O, forse, troppa superficialità, che fa ritenere la comunicazione scritta una sorta di optional (tanto si capisce, no?). Purtroppo non è così. Chi ha la responsabilità di una pubblicazione, per quanto modesta e di nicchia, fino a quando la comunicazione avviene in forma scritta, ha il dovere (nei limiti delle proprie capacità) di fare osservare e rispettare fino in fondo tutte le regole della grammatica e della sintassi. Per questo motivo diciamo: benvenuti collaboratori, le nostre porte sono sempre aperte, ma oltre a proporre qualcosa di interessante ricordatevi che è anche necessario saper scrivere correttamente in italiano! !

 

Arsenio Spadoni

 

 

Sommario

  • Anche noi come Supercar!
    Gioco di luci composto da sei diodi LED che vengono attivati, uno alla volta, scorrendo da sinistra a destra e viceversa; adatto come generico segnalatore di posizione per biciclette o podisti, può essere usato in una vetrina per attrarre l’attenzione dei passanti o per imitare il famoso KITT di Supercar.
  • Telecontrollo GSM espandibile
    Consente di controllare fino a 72 attuatori e di leggere lo stato di altrettanti ingressi digitali, più due analogici, sfruttando la rete cellulare. Utilizza i messaggi SMS sia per ricevere i comandi che per inviare le informazioni relative agli ingressi a tutti i cellulari abilitati. Gli attuatori possono funzionare sia in modalità bistabile che monostabile. Seconda e ultima puntata.
  • Introduzione all’automazione domestica
    Dopo aver completato lo studio teorico del CAN Bus, vediamo come questo protocollo viene sfruttato in alcuni sistemi commerciali per trasformare una casa tradizionale in una casa domotica con una serie di nuove funzionalità che rendono la vita più confortevole e sicura. Per le applicazione pratiche utilizzeremo i moduli Velbus e alcuni circuiti da noi progettati.
  • Interfaccia FTP-GPRS per stazione meteo WS2300
    Interfaccia per stazioni meteo comandabile via SMS che, a richiesta o automaticamente, invia i dati meteo in formato testo compresso o esteso, sia mediante SMS, sia su server Internet usando un FTP su rete GPRS. Il file pubblicato può essere consultato in qualsiasi momento, ovunque sia disponibile una connessione Internet.
  • Tecnologie per il riconoscimento biometrico
    Continuiamo il nostro viaggio nel mondo della biometria occupandoci in queste pagine delle tecniche di riconoscimento delle impronte digitali. Analizzeremo i principi teorici che stanno alla base di tali sistemi, vedremo quali tecniche si utilizzano per la classificazione e il riconoscimento, ed infine con quali tecnologie vengono realizzati i sensori.
  • Liquid Crystal Display: dalla teoria alla pratica
    Impariamo a conoscere e utilizzare uno dei componenti elettronici più interessanti: il display LCD. Costruiremo una Demoboard con microcontrollore e in poche lezioni saremo in grado di progettare e far funzionare correttamente i circuiti di controllo per questi dispositivi.
  • Paulus: il robot a comando vocale
    Proseguiamo la presentazione del nostro robot a comando vocale occupandoci in questa seconda (e ultima) puntata del software che governa Paulus. Descriviamo anche come effettuare la modifica ai servocomandi per trasformarli in motori ed entriamo nei dettagli della programmazione dei comandi vocali e del loro utilizzo.
  • Corso di programmazione Smart-Card
    In questa puntata ci occupiamo della personalizzazione e della inizializzazione della Card proponendo due software da noi messi a punto che ci consentiranno di inizializzare e gestire le ACOS2 nell’ambito di un circuito di pagamento sicuro. Settima e ultima puntata.
Per il download dei contenuti è necessario essere registrati al sito.
Clicca qui per accedere o per registrarti
Per il download degli articoli è necessario essere registrati al sito.
Clicca qui per accedere o per registrarti