N. 123 – Dic. 2007/Gen. 2008

6,00

Svuota

Che sia la volta buona?
Ad ottobre concludevamo l’editoriale domandandoci quando il cellulare sarebbe diventato (oltre che un sistema di comunicazione, una macchina fotografica, un lettore di file musicali, un navigatore, una videocamera, eccetera) anche un mezzo di pagamento realmente alla portata di tutti e con costi di trasferimento nulli o quasi. Quando, cioè, il cellulare sarebbe diventato anche una sorta di bancomat per effettuare i pagamenti di tutti i giorni, da quelli più modesti a quelli più consistenti. Una prospettiva che sembrava piuttosto remota vista l’impossibilità di fare combaciare gli interessi di gestori telefonici e intermediari finanziari (banche e società di carte di credito). A distanza di neanche due mesi ecco, come per incanto, la soluzione al problema. E questa volta siamo noi italiani a proporre una soluzione tanto semplice quanto sicura, frutto della possibilità per società finanziare (come Poste Italiane) di operare come gestore telefonico virtuale. La soluzione escogitata da Poste Italiane è addirittura banale: una SIM che può essere legata ad una PostePay ricaricabile ma anche ad un tradizionale conto corrente postale. Per trasferire denaro o effettuare un pagamento è sufficiente inviare un SMS al destinatario (figlio, moglie o … negoziante); chi riceve l’SMS può decidere se caricare la cifra su conto PostePay o usarla come propria ricarica telefonica. La forza di questa iniziativa sta nella possibilità per un solo operatore di gestire tutti i passaggi garantendo la massima sicurezza. Ma anche nell’adozione di una tecnologia molto semplice e di impiego comune (gli SMS) come dichiarato dall’amministratore di Poste Italiane Massimo Sarmi: “ogni negoziante ha già un telefonino, basterà attivare (gratuitamente) una SIM di Poste Italiane per ricevere i pagamenti dei clienti, con commissione e costi praticamente nulli con la possibilità, dunque, di utilizzare il sistema sia per micropagamenti che per operazioni di e-commerce”. Il classico uovo di Colombo dunque? Apparentemente si, alla luce anche del successo delle carte prepagate PostePay utilizzate da milioni di utenti e che sono oggi le più usate per le transazioni su eBay. L’innovazione e la convenienza del servizio non risiede certo nei piani tariffari offerti da Poste Italiane (che risentono dei limiti dovuti alla dipendenza dal gestore Vodafone) ma nel fatto che si tratta realmente di vero e proprio “money transfer“, cioè della possibilità di trasferire denaro tramite cellulare. Senza considerare le possibili evoluzioni del sistema: Poste Italiane è infatti azionista di MasterCard con cui sta stringendo rapporti di collaborazioni sempre più stretti anche sul piano operativo (un POS in grado di ricevere pagamenti sia mediante le tradizionali carte che tramite gli SMS). Non a caso gli altri operatori telefonici e le principali banche stanno studiando con attenzione (e preoccupazione) questa iniziativa. D’altra parte per poter ricevere i pagamenti un negoziante non deve fare altro che richiedere una SIM di PosteMobile ed una PostePay ricaricabile (entrambe gratuite). Non ci vogliamo sbilanciare ma tutto lascia prevedere che questa sarà la volta buona per trasformare il nostro cellulare anche in un borsellino elettronico.

 

Arsenio Spadoni

 

Sommario

  • Da Pen Drive a FM con VMUSIC2
    Permette di ascoltare in cuffia, in autoradio o in qualsiasi impianto hi-fi, brani musicali MP3 contenuti in una pen-drive USB; dispone di un’uscita per cuffia e di un modulatore FM di portata limitata, grazie al quale può inviare il segnale via radio.
  • Due progetti per fermodellismo
    Automatismo in grado di far muovere il perno di un servocomando verso due posizioni prestabilite, dipendenti dallo stato del proprio ingresso di comando. Può essere attivato sia tramite un contatto normalmente aperto, sia dal controllo a raggi infrarossi …
  • Diamo luce al presepe
    Rendiamo più realistico il nostro presepe con una centralina che ricostruisce ciclicamente l’avvicendarsi del giorno e della notte e che dispone di uscite per simulare il giorno, il bagliore delle stelle, il fuoco, l’illuminazione delle case e …
  • Telecontrollo GSM con comandi DTMF
    Permette di comandare due uscite a relé e di leggere la condizione di altrettanti ingressi a livello di tensione, semplicemente chiamandolo e inviandogli i comandi del caso dalla tastiera del telefono. Le stesse istruzioni possono essere impartite via SMS…
  • Corso di programmazione modulo Tibbo EM1000
    Corso di programmazione e utilizzo del modulo EM1000 di casa Tibbo, un potente Ethernet Server completamente programmabile con funzioni di Web Server, Mail Server e molto altro ancora …
  • Tastiera intelligente per sistemi Velbus
    Dotata di cinque pulsanti, tramite cui controlla fino ad otto canali, e di un display alfanumerico, dove vengono visualizzati i messaggi di servizio, memorizza fino a 20 programmi, ognuno dei quali può agire su tutti gli otto canali. I programmi vengono scanditi dall’orologio interno, dotato di batteria tampone …
  • Mini antifurto auto con immobilizzatore
    Interviene bloccando il circuito di alimentazione del carburante e facendo suonare il clacson ad intermittenza; può essere disinserito solo dal proprietario, toccando semplicemente con le dita due elettrodi opportunamente posizionati nella plancia.
  • Telacamera su rete GSM-UMTS
    Tutto sotto controllo con una semplice videochiamata! Consente di visualizzare da remoto e direttamente sul proprio cellulare quanto ripreso dal suo obiettivo. La telecamera è anche in grado di effettuare una chiamata su allarme …
  • Alimentatore da laboratorio controllato da PIC
    Alimentatore in grado di generare una tensione di 0÷25 V e 2,5 A. È gestito da un micro che regola sia la tensione che la corrente, controlla la temperatura sul dissipatore e disattiva l’uscita nel caso di surriscaldamento …
  • Ripetitore di chiamata con uscita a relé
    a suoneria del telefono o del centralino non ha un suono abbastanza potente? Il telefono si trova in un ambiente vasto e rumoroso? Ecco come realizzare un ripetitore di chiamata telefonica di piccole dimensioni, capace di attivare campanelli e …
  • Liquid Crystal Display – Dalla teoria alla pratica
    Ultima puntata del corso e capitolo finale dedicato ai display in tecnologia OLED. Analizziamo in dettaglio la libreria firmware, da noi realizzata e utilizzata per controllare il display Ritek.
Per il download dei contenuti è necessario essere registrati al sito.
Clicca qui per accedere o per registrarti
Per il download degli articoli è necessario essere registrati al sito.
Clicca qui per accedere o per registrarti