N. 126 – Aprile 2008

6,00

Svuota

Eolo ed elezioni
Mentre scriviamo queste brevi note la campagna elettorale è in pieno svolgimento con i soliti volti che ripetono le solite cose. Tutti sono per la pace, tutti sono contro la disoccupazione, tutti sono per la sicurezza, per l’ambiente, e chi più ne ha più ne metta. Il problema è che nessuno dice (o vuole dire) cosa fare per vivere in pace, cosa fare per dare un lavoro a tutti, cosa fare per garantire la sicurezza dei cittadini e così via. Ricordano tanto Katia e Valeria, le comiche di Zelig che interpretano le finaliste del concorso di Miss Italia e che rispondono sempre allo stesso modo: “la cosa più importante? la pace nel mondo!”. E chi è contrario alla pace nel mondo? Nessuno. Già, il problema è come fare per garantire la pace nel mondo e tutto il resto: piena occupazione, ambiente, sicurezza, eccetera. A proposito di ambiente ed energia, in tutto questo clamore, una piccola ma significativa notizia è passata inosservata: lo scorso 22 marzo alle ore 18 l’eolico spagnolo ha stabilito un nuovo record di copertura della domanda di elettricità: ben il 40,8% del fabbisogno con 9.862 MW in funzione; un altro massimo storico per l’eolico spagnolo si era verificato lo scorso martedì 4 marzo con 10.032 MW di potenza istantanea alle ore 15,53 con copertura del 28% del fabbisogno elettrico nazionale. Certo, questi episodi sono dovuti anche alla concomitanza fra forte vento e basso fabbisogno elettrico durante il fine settimana. Sta di fatto, comunque, che l’eolico in Spagna fornisce già (come in Germania, del resto) il 10% del fabbisogno di energia elettrica. Per non parlare della Danimarca dove siamo ormai al 20%. Il dato è particolarmente significativo perché dimostra che le argomentazioni sostenute da molti sono errate. In particolare non è vero che le nuove fonti rinnovabili non possano dare un contributo significativo e che la rete elettrica non sia in grado di assorbire un contributo importante delle fonti intermittenti e non programmabili (eolico e solare) superiore ad una percentuale molto bassa (inizialmente si parlava del 10%), pena l’instabilità della rete e la conseguente inaffidabilità del servizio. Il tutto mentre le quotazioni del petrolio sono ormai stabilmente sopra i 100 dollari al barile. Fatti dunque, non parole che – poco o tanto – contribuiscono a migliorare l’ambiente, sviluppare l’occupazione e migliorare i rapporti internazionali. In Italia l’eolico non copre neppure l’uno per cento del fabbisogno nazionale pur essendo il nostro paese notoriamente molto ventoso. Ecco un’altra buona occasione gettata… al vento dai nostri politici. Speriamo che, chiunque vinca le elezioni, sappia perlomeno prendere esempio da chi, molto più seriamente e virtuosamente, ha messo le ragioni del bene pubblico davanti a quelle della personale convenienza.

 

Arsenio Spadoni

 

Sommario

  • Tester digitale per Servocontrolli
    Permette di verificare l’efficienza dei servocontrolli analogici per modellismo. Grazie ai due programmi di test automatico e alla modalità manuale, consente di identificare con facilità la posizione di neutro nonché controllare la velocità di risposta ed il buono stato del gruppo ingranaggi del servo in test. Gestito tramite tre pulsanti, visualizza i parametri di funzionamento su un display alfanumerico.
  • Datalogger USB Firmware e Software
    Iniziamo ad utilizzare in pratica ed a prendere confidenza col datalogger presentato il mese scorso. Analizziamo in dettaglio le routine firmware più significative ed installiamo il dispositivo, insieme al software di controllo relativo, su un PC. Vediamo quindi come utilizzare il software di controllo in ambiente Windows. Ultima puntata.
  • Progettare lo stadio di alimentazione
    Impariamo a progettare e realizzare lo stadio di alimentazione di un circuito elettronico, analizzando le esigenze in termini di tensione, corrente, dissipazione e sistemi di raffreddamento. In questo articolo, approfondiamo la conoscenza degli alimentatori a commutazione e impariamo a dimensionare correttamente i dissipatori. Ultima puntata.
  • Cartellino orario con Fingerprint
    Progettato per tenere traccia delle entrate e delle uscite dal luogo di lavoro, per il riconoscimento della persona impiega un lettore di impronta digitale professionale che rende superfluo l’utilizzo di schede, tessere e transponder. I dati relativi alle timbrature per un massimo 250 utenti vengono memorizzati in una comune pen-drive USB o possono essere scaricati da un PC remoto collegato via radio o via Ethernet. Prima puntata.
  • Tastiera PS/2 programmabile per PC
    Interposto tra la tastiera e il PC, è in grado di intercettare e memorizzare fino a sedici sequenze di codici provenienti dalla tastiera.Tali sequenze possono essere riprodotte, all’occorrenza, tramite la semplice pressione di uno dei pulsanti della sua tastiera a matrice. Viene alimentato direttamente dalla porta PS/2 e dispone di una porta seriale per il controllo e la configurazione.
  • Piattaforma di sviluppo per PIC
    Piattaforma per lo sviluppo hardware e software di sistemi basati su microcontrollori della famiglia PIC18F8xxx di casa Microchip. È costituito da una scheda base contenente il micro e le interfacce seriali di comunicazione, più un gestore di alimentazione, un display, una pulsantiera e un RTC… Prima puntata.
  • Corso di programmazione per Tibbo EM1000
    Corso di programmazione e utilizzo del modulo EM1000 di casa Tibbo, un potente Ethernet Server completamente programmabile con funzioni di Web Server, Mail Server e molto altro ancora. In questa puntata realizziamo un semplice convertitore seriale-Ethernet tramite il quale qualsiasi dispositivo dotato di interfaccia seriale può accedere ad una rete LAN. Quinta puntata.
Per il download dei contenuti è necessario essere registrati al sito.
Clicca qui per accedere o per registrarti
Per il download degli articoli è necessario essere registrati al sito.
Clicca qui per accedere o per registrarti