N. 129 – Lug./Ag. 2008

6,00

Svuota

Meno pane, più telefonini
Come era logico aspettarsi, dopo la corsa del prezzo del petrolio la cui quotazione è aumentata di quasi il 100% dell’ultimo anno, anche i prezzi di altri prodotti di largo consumo -primi fra tutti i generi alimentari- hanno subito un consistente aumento. Erano almeno 10 anni che i prezzi non salivano in maniera così pesante. Nel contempo anche la quotazione di moltissime materie prime è cresciuta a dismisura e, ultima chicca sulla torta, è pure aumentato il costo del denaro (almeno nell’area euro). Tutto ciò ha prodotto anche un crollo dei mercati finanziari, già fortemente provati dalla crisi dei subprime americani. Una bella estate, non c’è che dire. In una situazione del genere era logico aspettarsi un consistente calo dei consumi: i soldi a disposizione sono sempre gli stessi e, a meno di indebitarsi (e di questi tempi non è il caso …) laddove si compravano e consumavano cinque polli al mese ora se ne comprano solamente quattro. Anche la vendita di prodotti tecnologici, dopo diversi anni di crescita sfrenata, ha subito uno stop significativo, sia in valore assoluto (come doveva accadere prima o poi visto il continuo calo dei prezzi) sia per numero di pezzi venduti. Gli unici settori che si sono salvati sono quello degli elettrodomestici e dei telefoni cellulari. Insomma, anche in piena stagnazione gli italiani preferiscono un panino in meno ma un cellulare di ultimo generazione in più. Qualcuno sostiene che la contrazione dei consumi è iniziata già nel 2007 ma solamente l’impiego massiccio di promozioni (specialmente nel settore hi-tech e dell’auto) ha mascherato questa minore propensione all’acquisto. Ora, con tutti questi avvenimenti in campo economico-finanziario, la politica delle promozioni non è più sostenibile e ci troviamo ad affrontare un calo dei consumi (con tutto ciò che questo fatto comporta) a dir poco drammatico. Sicuramente un nuovo equilibrio tra domanda ed offerta è ancora molto lontano: nel frattempo il consumatore non può che -oltre a stringere la cinghia- orientare la propria attenzione verso quei prodotti che, al di là del prezzo, offrono il più elevato valore aggiunto in termini di innovazione tecnologica, qualità e attenzione al cliente/consumatore. Da questo punto di vista noi non possiamo che confermare il nostro impegno, come del resto dimostrano i contenuti di questo fascicolo, per proporre progetti e articoli sempre più innovativi ed in grado di rispondere alle curiosità ed agli interessi dei nostri lettori.
Buona lettura.

 

Arsenio Spadoni

 

Sommario

  • Ricevitore a un canale con PIC Decoder
    Ricevitore monocanale a basso costo e ridotte dimensioni con funzione di autoapprendimento dei codici. Mediante l’impiego di un piccolo microcontrollore della famiglia PIC, implementiamo la decodifica Motorola, la gestione e memorizzazione di 5 codici …
  • Centralina per tende motorizzate
    Consente di comandare automaticamente l’apertura e la chiusura di una tenda da sole motorizzata o di un avvolgibile in funzione delle condizioni climatiche. La presenza di vento forte ne determina la chiusura mentre con forte insolazione la tenda si apre.
  • Cubloc, piccolo e potente PLC
    Una vasta gamma di dispositivi integrati che mettono a disposizione dei progettisti le potenzialità di un linguaggio ad alto livello come il Basic, affiancandolo all’essenzialità di un linguaggio grafico come il Ladder, standard “de facto” … Prima puntata.
  • Indicatore di velocità con tecnologia GPS
    Utilizzando i dati forniti da un piccolo ricevitore GPS, è in grado di indicare la velocità -in nodi o in chilometri orari- del mezzo sul quale è installato. Noi lo abbiamo testato su una barca a vela ricevendo utili indicazioni su come regolare al meglio le vele …
  • Telecontrollo WEB con mail server
    Può controllare in tempo reale lo stato di quattro ingressi digitali, collegati ad altrettanti sensori, ed inviare una e-mail di allarme ad un massimo di cinque indirizzi differenti, passando attraverso il server di posta elettronica cui accede tramite un collegamento Ethernet. È altresì in grado di comandare tramite relé quattro carichi differenti …
  • Chiave DTMF bidirezionale 4 canali
    Collegata alla linea telefonica, è in grado di riconoscere dei comandi, impartiti tramite bitoni DTMF, e di controllare quattro carichi potenza. Risponde automaticamente all’arrivo di una chiamata ed identifica il chiamante attraverso una password.
  • Generatore di toni DTMF
    Grazie ad un piccolo microcontrollore e ad un firmware basato sull’istruzione DTMFOUT, supportata dal linguaggio di programmazione PICBasic, è in grado di generare tutti i sedici bitoni DTMF impiegati nelle applicazioni di telefonia e telecontrollo.
  • Colleghiamo il DVR a LAN e Internet
    In questo articolo spieghiamo in dettaglio come collegare in rete un DVR dotato di interfaccia Ethernet. In particolare analizziamo l’ipotesi che la connessione ADSL metta a disposizione un IP dinamico, come avviene nella maggior parte dei collegamenti destinati agli utenti privati.
  • Due progetti per modellismo RC
    Due semplici e utili dispositivi per gli appassionati di modellismo RC. Il primo permette di mantenere caldo il filamento delle candelette glow-plug dei motori a scoppio quando l’acceleratore viene tenuto al minimo, così da ridurre il rischio di spegnimento. Il secondo consente di attivare un relé tramite un canale a controllo proporzionale …
  • Corso di programmazione per Tibbo EM1000
    Corso di programmazione e utilizzo del modulo EM1000 di casa Tibbo, un potente Ethernet Server completamente programmabile con funzioni di Web Server, Mail Server e molto altro ancora. In questa ottava e ultima puntata presentiamo il nuovo add-on WA1000 che si integra perfettamente con il modulo Tibbo EM1000 …
Per il download dei contenuti è necessario essere registrati al sito.
Clicca qui per accedere o per registrarti
Per il download degli articoli è necessario essere registrati al sito.
Clicca qui per accedere o per registrarti