N. 212 – Febbraio 2017

6,00

Svuota

L’importanza di essere friendly
Il traffico dati dei dispositivi mobili ha superato quello dei computer desktop: lo ha ufficializzato la società indipendente StatCounter che ha rilevato come ottobre 2016 sia stato il mese che, su base mondiale, ha segnato il sorpasso. StatCounter Global Stats, la sua società di ricerca, ha rilevato che il traffico generato dai dispositivi mobili e dai tablet ha raggiunto il 51,3 % del totale del traffico Internet mentre i desktop si sono fermati al 48,7%. Questo andamento era facilmente prevedibili dopo che, già nel 2015, il numero di terminali mobili aveva superato quello dei desktop. Sono soprattutto i paesi in via di sviluppo e quelli di recente industrializzazione come India e Cina, che hanno contribuito a questo sorpasso, dove in molti casi si è passati direttamente dall’assenza di una connettività via filo alla connettività wireless degli smartphone, saltando un passaggio tecnologico. Nei mercati più maturi – come gli Stati Uniti e il Regno Unito – nonostante la rapida crescita dei dispositivi mobili, il desktop è ancora la principale modalità di utilizzo di Internet, anche se il trend è simile, con un costante incremento della connettività mobile. Questo cambiamento di scenario deve essere tenuto in debito conto da chi lavora con questi strumenti: la fruizione dei servizi e dei contenuti tramite dispositivi mobili è infatti molto diversa rispetto a quella cui siamo abituati con i desktop, in modo particolare per quanto riguarda la compatibilità mobile, sempre più importante non solo a causa del traffico in crescita, ma anche perché, ormai, Google favorisce i siti web “mobile friendly” per i suoi risultati di ricerca. Il sempre più diffuso utilizzo di dispositivi mobili dovrebbe rappresentare un campanello d’allarme, in particolare per le piccole realtà i cui siti, magari un po’ datati, non hanno queste caratteristiche. La compatibilità mobile è ancora più importante per quelle imprese che vogliono incrementare gli scambi con i paesi al di fuori dell’Europa e degli Stati Uniti, ad esempio in paesi come l’India dove oltre il 75% delle connessioni ad Internet avviene attraverso dispositivi mobili. Questo rapido cambiamento avrà sicuramente delle ricadute anche nel mercato dei desktop, non tanto sulle vendite che in ogni caso sono in continuo calo, quanto sul loro ruolo, con i desktop che probabilmente diventeranno dei puri strumenti di lavoro e come tali verranno progettati e costruiti, privilegiando alcune caratteristiche rispetto ad altre.

Arsenio Spadoni

Sommario

  • Smart Everything si fa in quattro
    La piattaforma di prototipazione IoT Arduinocompatibile ritorna con quattro nuove versioni (più due in arrivo) per soddisfare tutte le esigenze applicative riguardanti l’Internet delle Cose.
  • Ricevitore per telecomando a 12/36 canali
    Decodifica il segnale radio inviato da un trasmettitore a 12 canali e comunica il comando ricevuto tramite un’uscita seriale. Può funzionare in modalità 12 canali, 36 canali e shift register.
  • Alimentatore da banco
    Costruiamo un ottimo alimentatore, con due uscite fisse ed una regolabile in corrente e tensione, che non può mancare sul banco di qualsiasi appassionato di elettronica. Seconda ed ultima puntata.
  • Lettore MP3 per auto
    Basato sul modulo DFRobot, permette di ascoltare brani musicali memorizzati su una microSD o su una Pen Drive USB; le uscite di cui dispone permettono di collegarlo alla presa AUX in dotazione alle moderne autoradio.
  • Incidiamo gli stampati con la CNC
    Prepariamo il G-code a partire dal file gerber e stampiamo finalmente il nostro PCB. Terza e ultima puntata.
  • Easy Robot Shield
    Piattaforma per sviluppare un piccolo robot su ruote controllabile tramite uno smartphone collegato in WiFi.
  • Mini centralino VOIP su Raspberry Pi
    Scopriamo come realizzare un centralino telefonico, dotato di tutte le funzionalità più avanzate, utilizzando Raspberry PI come hardware e Asterisk come software. Prima puntata.
  • Notes Machine con Fishino
    Appoggiandoci a un bot, stampiamo con una stampantina termica remota messaggi composti su Telegram. Una soluzione dalle mille applicazioni, utilizzabile per stampare liste e ordini in un locale e, perché no, per mandare messaggi stampati alla propria “bella” il giorno di San Valentino e non solo.
  • La trasformazione digitale protagonista al CeBIT 2017
    “d!conomy – no limits”: il tema conduttore di CeBIT 2017 mette in evidenza l’enorme potenziale della digitalizzazione.
  • Corso bluetooth Low Energy
    Conosciamo da vicino il protocollo Bluetooth, con particolare riguardo per la versione Low Energy, oggi candidata all’impiego nell’IoT. Prima puntata.
Per il download dei contenuti è necessario essere registrati al sito.
Clicca qui per accedere o per registrarti